I bambini di oggi sperimenteranno condizioni meteorologiche fino a sette volte più estreme rispetto ai loro nonni.

Il cambiamento climatico è reale, sta accadendo e ci colpisce ed in effetti stiamo avendo più inondazioni, più incendi boschivi ma soprattutto un clima molto più caldo rispetto al passato.

Degli scienziati hanno pubblicato uno studio sulla rivista “Science” con il seguente cupo messaggio: un bambino nato nel 2021 sperimenterà circa sette volte più ondate di calore rispetto ai suoi nonni.

Secondo questi ricercatori, i bambini che nascono ora devono sopportare il doppio degli incendi boschivi e il triplo delle inondazioni.

Il calcolo si basa sugli attuali piani di riduzione della CO2 dei governi.

Gli scienziati ci indicano che gioca un ruolo importante se la terra si riscalda di 1,5 gradi o di 2 gradi.

Ad esempio una persona nata nel 1960 sperimentava in media da due a sei ondate di calore nel corso della sua vita. 

Un bambino nato nel 2020 avrà da 10 a 26 ondate di calore se l’aumento della temperatura globale sarà limitato a 1,5 gradi. Se l’aumento sarà invece di 2 gradi, potrebbe assistere da 15 a 29 ondate di caldo .


C’è da evidenziare che le ondate di calore causano il decesso di molte persone. 

Il nostro organismo non sopporta molto bene il caldo, e il caldo è un vero pericolo, soprattutto per le persone anziane.

A cura del dott. Centra Massimo




Please follow and like us:
0
20
Pin Share20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *