Pressione in aumento: due distinte fasi

Dopo un weekend molto instabile specie al centro sud (si sono verificati anche diversi fenomeni di forte intensità e allagamenti), la pressione è in graduale aumento su tutto il Paese.

Fino a metà settimana l’anticiclone sarà con i suoi massimi a interessare Spagna e Francia sud occidentale, dove le temperature saranno molto calde (locali picchi di 38° gradi in Spagna). In Italia si avrà un tipo di caldo nella norma per la terza decade di luglio; valori più alti al nord e settori centro meridionali occidentali, mentre qualche grado in meno all’estremo sud est italico.

Tutto questo perchè appunto il posizionamento dell’alta pressione lascerà in parte leggermente scoperto il fianco orientale a qualche infiltrazione instabile (molto debole e localizzata), impedendo tra l’altro una risalita termica sopra le righe.

Da giovedì il parziale avanzamento e stazionamento della goccia fredda atlantica, causerà un ulteriore aumento della pressione in Italia con il cuore del promontorio maggiormente centrato su di noi: si potranno quindi osservare picchi termici pomeridiani intorno o superiori ai 35° , maggiormente probabili su est padano, pianure interne toscane e del centro Italia e successivamente sulla Puglia.

Come avvenuto molto spesso in questa stagione estiva, la fase di caldo sopra le righe potrebbe non avere caratteri di persistenza, in quanto la depressione responsabile della rimonta calda avrebbe facilmente spazio per avanzare verso est: così facendo entro il successivo weekend si potrebbero verificare un netto ridimensionamento termico e anche nuovi fenomeni temporaleschi (con la visione modellistica attuale solamente al nord).

Seguiranno aggiornamenti

A cura di Simone Scarpelli

Please follow and like us:
0
Tweet 20
Pin Share20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.