Venerdì 19 agosto 🟠🔔 Allerta ARANCIONE in Lombardia e Veneto 🔔🟡 Allerta GIALLA in 9 regioni.

Precipitazioni: 

– diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lombardia centro-orientale, Trentino e fascia centrale del Veneto, con quantitativi cumulati da moderati a elevati, fino a molto elevati sulla pianura orientale lombarda;

– sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Lombardia e Veneto e su Valle d’Aosta, Piemonte, Alto Adige, pianura dell’Emilia-Romagna e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati generalmente moderati;

– da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sul resto dell’Emilia-Romagna e su Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Lazio e Sardegna centro-settentrionale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati sui citati settori emiliano-romagnoli e su Toscana orientale, Umbria, Lazio centro-meridionale e nord-orientale, versante adriatico marchigiano e abruzzese e Sardegna nord-occidentale, generalmente deboli sulle restanti zone;

– isolate, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania settentrionale, rilievi della Puglia centrale e garganica, Basilicata orientale e rilievi di Sicilia nord-orientale e Calabria meridionale, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime in generale e sensibile diminuzione su regioni centrali, settori tirrenici del Sud, Emilia-Romagna e Nord-Est, con valori ancora elevati su Puglia, settori ionici di Basilicata e Calabria e sulla Sicilia centro-meridionale.

Venti: forti nord-occidentali su Sardegna, Sicilia e Calabria, con rinforzi di burrasca sui settori occidentali e meridionali e sui rilievi delle due isole maggiori e sui rilievi e settori ionici della Calabria; inizialmente forti sud-occidentali sulle creste dell’Appennino abruzzese, molisano, campano, molisano e lucano, in attenuazione.

Mari: agitato il Mar di Sardegna; molto mosso, tendente ad agitato, il Canale di Sardegna; molto mossi il Tirreno centro-meridionale, lo Stretto di Sicilia e dalla serata lo Ionio.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

FORTISSIMA ONDATA DI CALDO AFRICANO DALLA PROSSIMA SETTIMANA. ALLARME SICCITÀ SEMPRE PIÚ GRAVE 🌡️

Purtroppo giungono sempre più conferme sull’ondata di caldo in arrivo dalla prossima settimana e queste conferme non sono buone per niente.


Nelle immagini sono esposte le mappe delle temperature secondo il modello americano GFS: da lunedì per tutta la settimana circa addirittura verranno superati i 40 gradi nelle regioni del centro e sud Italia; valori veramente esagerati per il periodo pensando che già da settimane stiamo avendo temperature alte e l’estate è appena iniziata.

Va aggiunto anche che la siccità si sta aggravando sempre di più soprattutto al nord Italia (con il fiume po completamente in secca) e al centro Italia; basti pensare che il lago Trasimeno in Umbria, con 6 metri di profondità, si é abbassato di oltre 1 metro e mezzo. E non si intravedono piogge degne di nota !

Seguono aggiornamenti !

A cura di Lorenzo Arrotini

🔔🟡 Allerta GIALLA, lunedì 9 maggio, in Abruzzo, Calabria e Sicilia.

Precipitazioni:

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, con quantitativi cumulati moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sardegna, Calabria e Campania meridionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati;

– da isolate a sparse, a prevalente carattere di rovescio o breve temporale, sul resto del Meridione, su Molise, settori meridionali ed interni dell’Abruzzo, Lazio, Umbria meridionale, Appennino settentrionale, Liguria, Piemonte meridionale e sui settori alpini di Triveneto e Lombardia orientale, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime in locale sensibile aumento sulle regioni peninsulari.

Venti: nessun fenomeno significativo.

Mari: nessun fenomeno significativo.

Fonte :dipartimento protezione civile nazionale

Domenica 8 maggio ⛈💨 Ancora piogge e venti forti al Sud 🔔🟠 Allerta ARANCIONE sulla Sicilia meridionale 🔔🟡 Allerta GIALLA in 7 regioni.

Un minimo depressionario centrato sulla Sicilia, nella giornata di domani, continuerà a determinare condizioni di tempo perturbato sulle regioni meridionali italiane, con fenomeni a carattere sparso in prevalenza temporaleschi.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende il precedente. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale,nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dal primo mattino di domani, domenica 8 maggio, il persistere di precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Sicilia, Calabria e Basilicata. Previste inoltre precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Puglia. I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, domenica 8 maggio, allerta arancione per rischio idrogeologico e rischio temporali sulla Sicilia meridionale,  allerta gialla sull’intero territorio di Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, sul versante tirrenico della Sardegna e sui restanti settori della Sicilia.

Fonte:dipartimento protezione civile nazionale

Piogge e temporali domani su gran parte dell’Italia 🌧️

Precipitazioni: 

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sardegna, Piemonte centro-meridionale, Emilia Romagna centro-occidentale e Toscana, con quantitativi cumulati moderati, puntualmente elevati su Piemonte meridionale e Sardegna orientale;

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti zone del Paese, con quantitativi cumulati deboli, puntualmente moderati su Sicilia, Calabria centro-meridionale, Lazio settentrionale e settori interni di Abruzzo e Molise.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime in locale sensibile calo al Nord-Est, sulle zone adriatiche ed al Meridione.

Venti: forti settentrionali su Sardegna e Liguria; localmente forti dai quadranti orientali su tutte le regioni centro-meridionali, con rinforzi da sud-est su Sicilia, Calabria e coste tirreniche; venti in rotazione da ovest nel pomeriggio sulla Sicilia.

Mari: agitato il Canale di Sardegna; molto mossi i restanti bacini occidentali e meridionali, temporaneamente agitati il Mar di Saregna, il Tirreno e lo Stretto di Sicilia.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

Giovedì 5 Maggio ⛈💨 Temporali al Centro-Nord e venti forti al Sud e sulle isole.

Maltempo: da domani temporali al Centro Nord e venti forti al Sud e sulle isole

Dalla giornata di domani si prevede un peggioramento delle condizioni meteorologiche, specialmente sui settori occidentali del nostro Paese, per l’approssimarsi di un’ampia area di bassa pressione da Ovest che, entro fine giornata, apporterà piogge a tutte le regioni centro-settentrionali.

Alle precipitazioni sarà associato anche un deciso rinforzo della ventilazione da sud-est che interesserà in particolare le due isole maggiori e, successivamente, anche la Calabria.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dal mattino di domani, giovedì 5 maggio, venti da forti a burrasca sud-orientali sulla Sicilia, in estensione pomeridiana alla Calabria, specie sui settori centro-meridionali e tirrenici con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di domani, giovedì 5 maggio, allerta gialla per rischio temporali sui settori occidentali e meridionali della Lombardia.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

Piogge, vento e neve in montagna su gran parte dell’Italia nella giornata di domani.

Previsioni meteo per lunedì 19 aprile 2021

Precipitazioni:

– sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulle zone interne e appenniniche di Abruzzo, Lazio meridionale e Molise e su Campania, Basilicata, Puglia centro-meridionale, Calabria, settori settentrionali della Sicilia e versanti occidentali della Sardegna, con quantitativi cumulati moderati sui settori tirrenici di Sicilia centro-orientale e Calabria centro-meridionale, da deboli a puntualmente moderati sulle restanti zone;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Lazio, Abruzzo, Puglia, Sicilia e Sardegna e su Toscana, Umbria, settori occidentali e meridionali delle Marche, Appennino emiliano-romagnolo, settori di pianura dell’Emilia Romagna orientale e del Veneto, Liguria, settori prealpini della Lombardia orientale e settori alpini e prealpini di Veneto e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 1300-1500 m sull’Appennino centro-meridionale, con apporti al suolo generalmente deboli, fino a moderati sull’Abruzzo.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni significative.

Venti: localmente forti nord-occidentali su Sardegna, Sicilia e Calabria.

Mari: molto mossi il Mare e il Canale di Sardegna, il Tirreno meridionale, lo Ionio e lo Stretto di Sicilia…

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

Prosegue in Italia il clima freddo invernale❄️

Previsioni per oggi, Lunedì 22 Marzo 2021.
La nuova settimana si apre come si è chiusa quella appena passata. Prosegue infatti il clima freddo invernale, con ancora precipitazioni piovose e nevose a quote anche piuttosto basse, sopratutto tra Sicilia e Calabria, ma anche nella altre regioni centro meridionali, saranno possibili fenomeni piovosi e nevosi sparsi.

Cieli sereni o poco nuvolosi invece al nord e versante tirrenico, con solo delle nevicate possibili sulle Alpi di confine. Venti moderati a tratti forti da nord nordest, ad acuire la sensazione di freddo. Freddo e precipitazioni anche tra Balcani, Grecia, Turchia, mar nero, Algeria e Tunisia; fenomeni possibili sparsi altrove, ma di poco conto. Alta pressione delle Azzorre sull’Europa occidentale. Temperature pienamente invernali. Con questo vi saluto e vi auguro una buona giornata e a risentirci 😊
Mappe: meteociel.fr, moloch.it.

A cura di Francesco Loparco

Ancora venti forti, temporali e nevicate al sud. 🌨️🌩️🌬️

Previsioni meteo per lunedì 22 marzo 2021

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse specie nelle prime ore della giornata, con fenomeni anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori settentrionali della Sicilia centro-orientale e sulla Calabria meridionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati;

– da isolate a sparse, anche a carettere di rovescio, sui restanti settori della Sicilia, sulla Calabria centrale e su Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Puglia e settori orientali di Campania e Basilicata, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 400-700 m su Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Puglia e settori orientali di Campania e Basilicata, con apporti al suolo fino a moderati sull’Abruzzo, deboli altrove; al di sopra dei 700-1000 m sui rilievi di Calabria centro-meridionale e Sicilia, con apporti al suolo moderati su Calabria meridionale e Sicilia settentrionale, deboli altrove.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime ancora basse al Nord e nelle zone interne del Centro-Sud; massime in aumento anche sensibile su Pianura Padana e alta Toscana.

Venti: forti da nord o nord-est su regioni centrali, Campania, Puglia, Sicilia e Appennino emiliano-romagnolo, con raffiche di burrasca su bassa Toscana, alto Lazio, settori costieri di Abruzzo e Molise, Puglia e coste orientali della Sardegna, e rinforzi fino a burrasca forte sui crinali dell’Appennino centrale, romagnolo, campano e lucano.

Mari: da molto mossi ad agitati i settori ovest del Tirreno centro-meridionale, l’Adriatico centrale, lo Ionio e lo Stretto di Sicilia; molto mossi i restanti bacini centro-meridionali.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

AGGIORNAMENTO FLASH🥶

A cura di Lorenzo Colangelo, Andri Thana
e Lorenzo Savorani
🥶AGGIORNAMENTO FLASH🥶
Alla base dei dati attuali l’Italia vivrà ancora una fase con temperature sottomedia fino all’inizio della prossima settimana, soprattutto alle medie-alte quote, mentre in pianura il freddo
si sentirà in maniera più consistente durante le fasi di instabilità atmosferica.
Le carte (sinottica e termica) del modello europeo e americano, mostrano un’avvezione di aria continentale sull’Italia dalla giornata di domenica, per poi perdurare anche nei primi giorni della settimana soprattutto al nord e regioni adriatiche.


Per i dettagli, precipitazioni e quantità di freddo in entrata, ci aggiorneremo prossimamente.
Qui nel link il tempo fino a venerdi…https://www.facebook.com/1481289052196917/posts/2974721372853670/

Il colore blu indica l’isoterma negativa alla quota di 1500mt circa.
Notare l’Italia intera con valori negativi
tra 0 e -6 gradi