Piogge, vento e neve in montagna su gran parte dell’Italia nella giornata di domani.

Previsioni meteo per lunedì 19 aprile 2021

Precipitazioni:

– sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulle zone interne e appenniniche di Abruzzo, Lazio meridionale e Molise e su Campania, Basilicata, Puglia centro-meridionale, Calabria, settori settentrionali della Sicilia e versanti occidentali della Sardegna, con quantitativi cumulati moderati sui settori tirrenici di Sicilia centro-orientale e Calabria centro-meridionale, da deboli a puntualmente moderati sulle restanti zone;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Lazio, Abruzzo, Puglia, Sicilia e Sardegna e su Toscana, Umbria, settori occidentali e meridionali delle Marche, Appennino emiliano-romagnolo, settori di pianura dell’Emilia Romagna orientale e del Veneto, Liguria, settori prealpini della Lombardia orientale e settori alpini e prealpini di Veneto e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 1300-1500 m sull’Appennino centro-meridionale, con apporti al suolo generalmente deboli, fino a moderati sull’Abruzzo.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni significative.

Venti: localmente forti nord-occidentali su Sardegna, Sicilia e Calabria.

Mari: molto mossi il Mare e il Canale di Sardegna, il Tirreno meridionale, lo Ionio e lo Stretto di Sicilia…

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

Prosegue in Italia il clima freddo invernale❄️

Previsioni per oggi, Lunedì 22 Marzo 2021.
La nuova settimana si apre come si è chiusa quella appena passata. Prosegue infatti il clima freddo invernale, con ancora precipitazioni piovose e nevose a quote anche piuttosto basse, sopratutto tra Sicilia e Calabria, ma anche nella altre regioni centro meridionali, saranno possibili fenomeni piovosi e nevosi sparsi.

Cieli sereni o poco nuvolosi invece al nord e versante tirrenico, con solo delle nevicate possibili sulle Alpi di confine. Venti moderati a tratti forti da nord nordest, ad acuire la sensazione di freddo. Freddo e precipitazioni anche tra Balcani, Grecia, Turchia, mar nero, Algeria e Tunisia; fenomeni possibili sparsi altrove, ma di poco conto. Alta pressione delle Azzorre sull’Europa occidentale. Temperature pienamente invernali. Con questo vi saluto e vi auguro una buona giornata e a risentirci 😊
Mappe: meteociel.fr, moloch.it.

A cura di Francesco Loparco

Ancora venti forti, temporali e nevicate al sud. 🌨️🌩️🌬️

Previsioni meteo per lunedì 22 marzo 2021

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse specie nelle prime ore della giornata, con fenomeni anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori settentrionali della Sicilia centro-orientale e sulla Calabria meridionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati;

– da isolate a sparse, anche a carettere di rovescio, sui restanti settori della Sicilia, sulla Calabria centrale e su Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Puglia e settori orientali di Campania e Basilicata, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 400-700 m su Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Puglia e settori orientali di Campania e Basilicata, con apporti al suolo fino a moderati sull’Abruzzo, deboli altrove; al di sopra dei 700-1000 m sui rilievi di Calabria centro-meridionale e Sicilia, con apporti al suolo moderati su Calabria meridionale e Sicilia settentrionale, deboli altrove.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime ancora basse al Nord e nelle zone interne del Centro-Sud; massime in aumento anche sensibile su Pianura Padana e alta Toscana.

Venti: forti da nord o nord-est su regioni centrali, Campania, Puglia, Sicilia e Appennino emiliano-romagnolo, con raffiche di burrasca su bassa Toscana, alto Lazio, settori costieri di Abruzzo e Molise, Puglia e coste orientali della Sardegna, e rinforzi fino a burrasca forte sui crinali dell’Appennino centrale, romagnolo, campano e lucano.

Mari: da molto mossi ad agitati i settori ovest del Tirreno centro-meridionale, l’Adriatico centrale, lo Ionio e lo Stretto di Sicilia; molto mossi i restanti bacini centro-meridionali.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

AGGIORNAMENTO FLASH🥶

A cura di Lorenzo Colangelo, Andri Thana
e Lorenzo Savorani
🥶AGGIORNAMENTO FLASH🥶
Alla base dei dati attuali l’Italia vivrà ancora una fase con temperature sottomedia fino all’inizio della prossima settimana, soprattutto alle medie-alte quote, mentre in pianura il freddo
si sentirà in maniera più consistente durante le fasi di instabilità atmosferica.
Le carte (sinottica e termica) del modello europeo e americano, mostrano un’avvezione di aria continentale sull’Italia dalla giornata di domenica, per poi perdurare anche nei primi giorni della settimana soprattutto al nord e regioni adriatiche.


Per i dettagli, precipitazioni e quantità di freddo in entrata, ci aggiorneremo prossimamente.
Qui nel link il tempo fino a venerdi…https://www.facebook.com/1481289052196917/posts/2974721372853670/

Il colore blu indica l’isoterma negativa alla quota di 1500mt circa.
Notare l’Italia intera con valori negativi
tra 0 e -6 gradi

Autunno e primavera si confrontano sulla nostra penisola e sull’Europa.

Previsioni per oggi, Mercoledì 03 Febbraio 2021.
Autunno e primavera si confrontano sulla nostra penisola e sull’Europa. Di inverno nessuna traccia, tranne sul nord Europa. Allora partiamo con ordine. Una perturbazione con perno vicino l’Irlanda, regala clima autunnale e piovoso sulle nazioni occidentali e con la sua parte più meridionale, inizia a scivolare sulle Azzorre e così facendo richiamerà un promontorio di alta pressione africana diretta sul mediterraneo e Europa orientale. Come sappiamo però, essendo ancora a inizio Febbraio, gli effetti al suolo della scaldata possono essere limitarti in alcune zone o addirittura assenti, causa nebbie e nubi basse che si instaurano, a causa dei terreni freddi e umidi e mari ancora freschi: è quello che sta accadendo specialmente al nord e versante tirrenico, dove non mancheranno anche delle deboli piogge tra Liguria, alta Toscana, Lombardia, Friuli e qualcosa di più moderato forte solo tra Slovenia e Croazia. Temperature come dicevo autunnali o primaverili, tranne sul nord Europa e Scozia. Bene, con questo vi saluto e vi auguro una buona giornata e a risentirci 😊

A cura di Francesco Loparco

Ultimi rovesci al sud poi esploderà la primavera 🌡️

Previsioni per oggi, Lunedì 01 Febbraio 2021, focus Italia.
Siamo arrivati a Febbraio, l’ultimo mese invernale e quest’anno inizia con i primi due giorni accompagnati da aria instabile e rovesci di pioggia in transito, soprattutto al centro sud, versante tirrenico, Corsica, Sardegna e Sicilia, causa correnti da sudovest sospinte da un minimo di bassa pressione sul mar ligure, come ci mostra la mappa meteociel. Altrove, a parte nevicate sulle Alpi, non mancheranno spazi soleggiati alternati a nuvolosità. Le temperature sono tutto sommato in linea con le medie del periodo. Con questo ho concluso e vi auguro una buona giornata e a risentirci.

A cura di Francesco Loparco

Piogge al sud peninsulare e sulle isole maggiori 🌩️🌦️

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania meridionale e settori tirrenici di Basilicata e Calabria, con quantitativi cumulati generalmente moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Molise, Sardegna, settori costieri della Toscana centro-meridionale e resto del Sud, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati su Sardegna occidentale, Sicilia settentrionale e centro-meridionale e sulla Calabria ionica.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in locale sensibile diminuzione al Centro-Sud e sui settori dell’Alto Adriatico; massime in locale sensibile diminuzione su Piemonte e Lombardia.

Venti: forti dai quadranti occidentali su Sardegna, Sicilia e settori appenninici della Calabria, con rinforzi di burrasca sulla Sardegna.

Mari: molto mossi i bacini occidentali e meridionali, localmente agitati Mare e Canale di Sardegna, Stretto di Sicilia e Tirreno meridionale.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

️⛈🌬 Temporali e vento di burrasca. 🟠Allerta ARANCIONE, domenica 31 gennaio, su Campania, Basilicata e Calabria
🟡🔔 Allerta GIALLA in 11 regioni

Una profonda area di bassa pressione, in transito sul nostro Paese, porterà nei prossimi giorni precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere temporalesco, in particolare sulle regioni peninsulari centro-meridionali, accompagnate da un deciso rinforzo della ventilazione, dai quadranti occidentali, specie sui settori tirrenici.

Precipitazioni:

  • da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Friuli Venezia Giulia meridionale, Lazio sud-orientale, settori interni dell’Abruzzo meridionale, Molise centro-occidentale, Campania, Basilicata occidentale e settori tirrenici della Calabria centro-settentrionale, con quantitativi cumulati moderati, fino a puntualmente elevati su Campania, Basilicata tirrenica e settori tirrenici della Calabria settentrionale;
  • da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lombardia sud-orientale, Veneto, Emilia-Romagna, Liguria di Levante, Toscana, settori montuosi delle Marche, Umbria, Puglia nord-occidentale e meridionale, Sicilia occidentale e settentrionale e nord-orientale, Sardegna centro-settentrionale e resto di Friuli Venezia Giulia, Lazio, Abruzzo, Molise, Basilicata e Calabria, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati.

Nevicate: nella prima parte della giornata oltre 1200 m su settori alpini di Veneto e Friuli Venezia Giulia e Appennino settentrionale, con apporti al suolo da deboli a moderati.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in locale sensibile aumento sul Nord-Est e regioni centrali peninsulari; massime in sensibile diminuzione al Centro-Sud e sull’Emilia-Romagna.

Venti: inizialmente forti settentrionali su Liguria e Appennino centro-settentrionale, in attenuazione; forti, con raffiche di burrasca, dai quadranti occidentali su Sardegna, Sicilia, settori tirrenici centro-meridionali e Appennino molisano e meridionale; forti meridionali sulla Puglia meridionale, in attenuazione.

Mari: agitati il Mare ed il Canale di Sardegna, il Tirreno e lo Stretto di Sicilia; molto mossi i restanti bacini.

Fonte :dipartimento protezione civile nazionale

Piogge al nord e lungo il versante occidentale. Neve in montagna.

Previsioni meteo per sabato 30 gennaio 2021

Precipitazioni:

– dal pomeriggio sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria ed alta Toscana, con quantitativi cumulati moderati;

– dal pomeriggio/sera, da isolate a sparse, sulle restanti zone del Nord e della Toscana, e su Umbria, Marche, Sardegna occidentale, Lazio, Campania, settori occidentali di Abruzzo e Molise, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: dal pomeriggio oltre i 1000-1400 m sulle regioni settentrionali, in discesa in serata fin verso i 600-800 m, con apporti al suolo moderati, abbondanti su settori alpini della Valle d’Aosta.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni di rilievo.

Venti: inizialmente forti dai quadranti occidentali su Sardegna, Sicilia e Calabria, in temporanea attenuazione; dal pomeriggio tendenti a localmente forti meridionali sulle regioni del Centro-Sud e sull’Appennino emiliano-romagnolo.

Mari: localmente agitati il Tirreno centro-meridionale e lo Ionio meridionale, in temporanea attenuazione; molto mossi i restanti bacini occidentali, tendenti nuovamente ad agitati in serata.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

Previsioni meteo per giovedì 28 gennaio 2021

Precipitazioni: isolate nella prima parte delle giornata, localmente anche a carattere di rovescio, sui versanti occidentali della Sardegna, su quelli settentrionali ed occidentali della Sicilia e, dal pomeriggio/sera, su alta Toscana, settori costieri di Lazio meridionale e Campania e sui settori costieri tirrenici di Basilicata e Calabria, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: al di sopra dei 1200-1400 m in rialzo fino a 1600-1800 m sulla Valle d’Aosta e sui settori alpini di Piemonte e Lombardia e Alto Adige, con apporti al suolo da deboli a moderati, fino ad abbondanti sulle zone di confine della Valle d’Aosta..

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in sensibile rialzo sui settori alpini e su Toscana e Liguria; valori ancora generalmente bassi o molto bassi su tutte le regioni peninsulari del Centro-Nord e sul Campania e Basilicata.

Venti: forti occidentali sulla Sardegna, con raffiche di burrasca sui settori settentrionali e rinforzi di burrasca forte sui rilievi; tendenti a localmente forti nord-occidentali sui settori occidentali e meridionali della Sicilia; forti nord-occidentali sul Piemonte e settori alpini centro-occidentali.

Mari: molto mossi il Mare e il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia; tendenti a molto mossi dal pomeriggio-sera il Tirreno centrale, fino ad agitato nel settore prospiciente le Bocche di Bonifacio, il Tirreno meridionale.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale