Previsioni meteo per mercoledì 13 gennaio 2021

Precipitazioni: isolate, anche a carattere di rovescio, su Sardegna occidentale, Sicilia centro-settentrionale e Calabria meridionale e centro-settentrionale tirrenica, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: a tutte le quote, sui settori alpini di confine occidentali e sull’Alto Adige, con apporti al suolo da moderati a localmente abbondanti.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: in ulteriore sensibile rialzo sul Nord-Ovest e sulle zone appenniniche settentrionali; senza grandi variazioni altrove.

Venti: di burrasca o burrasca forte nord-occidentali su Sardegna e Sicilia, specie sui settori costieri; localmente forti nord-occidentali sui settori costieri del Sud peninsulare e sul Molise; forti o di burrasca di Foehn sull’arco alpino centro-occidentale, con locale interessamento delle adiacenti zone di pianura.

Mari: da agitati a molto agitati il Mare e il Canale di Sardegna, lo Stretto di Sicilia ed il Tirreno meridionale settore Ovest; molto mossi il Mar Ligure ed i restanti bacini.

Fonte :dipartimento protezione civile nazionale

Previsioni meteo per sabato 19 dicembre 2020

Precipitazioni:

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria, settori settentrionali e tirrenici della Toscana e settori meridionali della Sardegna, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati, specie su Liguria di Levante, arcipelago toscano e Sardegna meridionale;

– da isolate a sparse, prevalentemente nella seconda parte della giornata e localmente anche a carattere di rovescio o temporale, su basso Piemonte, Appennino emiliano, versanti meridionali e ionici della Sicilia e settori meridionali e ionici centrali della Calabria, con quantitativi cumulati deboli.

Visibilità: nebbie diffuse, nottetempo e al primo mattino, su Pianura Padana, zone pianeggianti interne della Toscana e valli dell’Umbria.

Temperature: nessun fenomeno significativo.

Venti: localmente forti settentrionali sulla Liguria centrale.

Mari: molto mosso lo Stretto di Sicilia; tendente a molto mossi il Canale di Sardegna e il Mar Ligure settore di Ponente al largo.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

LE PRECIPITAZIONI PREVISTE PER DOMANI 8 DICEMBRE SECONDO I MODELLI GFS e ECMWF.

A cura di Lorenzo Colangelo e Andri Thana.

LE PRECIPITAZIONI PREVISTE PER DOMANI
8 DICEMBRE SECONDO I MODELLI GFS e ECMWF.
Nei prossimi giorni la situazione generale sarà caratterizzata ancora dalla persistenza dell’ ampia e profonda circolazione depressionaria (mal tempo) ormai presente da giorni sull’Europa occidentale, in grado nuovamente d’indirizzare sul nostro paese impulsi nuvolosi instabili (come oggi) o vere e proprie perturbazioni, queste associate a depressioni in approfondimento proprio sul nostro mar mediterraneo (domani)

Detto questo, procediamo ad osservare il quadro termico per i prossimi 2 giorni.
Non ci saranno forti raffreddamenti, le regioni settentrionali, in particolar modo l’angolo nord ovest, si manterrà più freddo delle altre zone d’Italia, mentre il centro e soprattutto il sud, complice un richiamo più diretto delle correnti meridionali dettato dalla circolazione depressionaria che si andrà ad instaurare sull’alto Tirreno, avranno sicuramente valori termici più elevati ma non particolarmente miti.

Come accennato all’inizio, una perturbazione proveniente da ovest, seguita da aria fredda, formerà una depressione sull’alto Tirreno durante la prossima notte. La stessa, nel suo lento movimento verso levante richiamerà verso il centro sud correnti umide meridionali per mezzo della sua parte ascendente e aria più fredda da nord verso le regioni settentrionali con il suo bordo settentrionale, contribuendo a mantenere in queste regioni valori di temperatura basse.

Per quanto riguarda l’evoluzione delle precipitazioni pensiamo siano chiare e cristalline le carte riportate sotto e previste dai due modelli principali, BASTA APRIRE.🧐

In sintesi, precipitazioni che interesseranno moltissime regioni, in particolar modo il versante tirrenico e il nord est con forti precipitazioni. Nevicate a quote basse sul settentrione (no in pianura) intorno i 1400/1500 sull’appennino centrale.
Andrà RELATIVAMENTE meglio sull’angolo ovest del settentrione, medio basso Adriatico e estreme regioni meridionali che vedranno precipitazioni meno intense e durature.

Previsioni per oggi: weekend generalmente stabile ma non mancherà la possibilità di piogge e addirrittura qualche temporale sul versante tirrenico ⛈️

Buongiorno. Previsioni per oggi, Sabato 14 Novembre 2020.
Weekend generalmente stabile con temperature ancora oltre le medie e pochissime piogge, anche se, a vedere qualche modello locale, potrebbe scapparci la possibilità di qualche temporale tra Toscana, Lazio, Campania, Umbria e Marche; per.il resto niente di niente.

Dalla mappa notiamo il flusso atlantico da ovest verso est a interessare le isole britanniche e la Norvegia con piogge e in basso a sinistra la tempesta tropicale Theta che si trova in prossimità delle Azzorre e delle Canarie.

Per finire anche qualche pioggia possibile tra Turchia e medio oriente. Con questo vi saluto e vi auguro una buona giornata e a risentirci 😊
Mappe: meteociel.fr, moloch.it.

A cura di Francesco Loparco

Previsioni meteo per domani, 25 ottobre 2020

Precipitazioni:

– isolate, anche a carattere di rovescio o breve temporale, nella prima parte della giornata, su settori costieri del Molise, Puglia garganica, Campani meridionale e settori tirrenici di Basilicata e Calabria, con quantitativi cumulati deboli;

– isolate dal pomeriggio, tendenti a sparse in serata, con fenomeni anche a carattere di rovescio o breve temporale, su Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia occidentale e settentrionale e su Liguria, Alta Toscana ed Appennino emiliano, con quantitativi cumulati deboli, fino a puntualmente moderati su Liguria di Levante e Piemonte settentrionale.

Visibilità: nottetempo e fino al mattino nebbie diffuse sulle zone di pianura del Nord e localmente nelle zone pianeggianti e vallive interne del Centro-Sud.

Temperature: minime in locale sensibile diminuzione sulle regioni centro-settentrionali.

Venti: localmente forti nord-occidentali su Sicilia e Calabria.

Mari: molto mossi il Tirreno centro-meridionale, con moto ondoso in attenuazione.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

Aria fredda artica sull’Italia

A cura di Lorenzo Colangelo, Andri Thana Alessio Macerola.

OGGI instabilità soprattutto al nord, (escluso il nord ovest) Alpi centro-orientali, versante Tirrenico e appennino. Calo termico al nord.

DOMANI graduale miglioramento al Nord🌦,
instabilità al centro⛈, soprattutto Adriatico.
Maltempo sulle regioni meridionali con forti precipitazioni⛈⛔⛈

Calo delle temperature ovunque🌬🌬
Neve su Alpi oggi e prime ore di domani❄
Neve su appennino centrale domani❄

Immagine composta dal gruppo.

Previsioni meteo per domani, sabato 05 agosto 2020

Previsioni meteo per domani, sabato 05 settembre 2020

Precipitazioni: isolate dal pomeriggio-sera, anche a carattere di rovescio o temporale, sull’Alto Adige e sui settori più settentrionali del Trentino e delle Alpi venete, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni significative.

Venti: inizialmente forti settentrionali su Puglia e sui settori ionici di Calabria settentrionale e Basilicata, in attenuazione già dalla mattina.

Mari: molto mosso lo Ionio al largo, con moto ondoso in graduale attenuazione.

Previsioni meteo per domani, giovedì 20 agosto 2020

Previsioni meteo per domani, giovedì 20 agosto 2020

Precipitazioni: isolate pomeridiane, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lombardia nord-orientale, Trentino e zone alpine di Veneto e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni di rilievo. Massime molto elevate su pianure del Nord e zone interne e pianeggianti del Centro-Sud.

Venti: localmente forti: settentrionali sulla Puglia meridionale ed orientali sulla Sardegna meridionale.

Mari: tendenti a molto mossi il Mare e Canale di Sardegna.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale