🔔 🟡 Allerta GIALLA, venerdì 23 aprile, in sei regioni del Centro-Sud

Previsioni meteo per Venerdi 23 Aprile 2021

Precipitazioni:

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Puglia meridionale ed occidentale, Basilicata e Calabria centro-settentrionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia, resto del Sud peninsulare, Sardegna, Molise, Abruzzo, Marche e Lazio meridionale, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati, specie su Sicilia, Calabria meridionale, Campania, Puglia centro-settentrionale, Lazio meridionale, Sardegna orientale e meridionale.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: massime in locale sensibile aumento sulle regioni tirreniche centrali.

Venti: forti nord-orientali su Sicilia meridionale ed orientale e zone ioniche della Calabria.

Mari: molto mossi lo Ionio e lo Stretto di Sicilia.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

⛈🌬Ancora temporali e venti forti. 🔔🟠 ALLERTA ARANCIONE domani, lunedì 12 aprile, su parte della Liguria
🔔🟡 allertaGIALLA in 9 REGIONI.

Maltempo: allerta arancione sulla Liguria

11 aprile 2021

Ancora temporali e venti forti, allerta gialla su 9 regioni

La perturbazione di origine nord-atlantica, che sta interessando il nostro Paese, andrà approfondendosi sul bacino del Mar Mediterraneo centrale determinando, nella giornata di domani, un’accentuazione dell’instabilità su gran parte delle regioni settentrionali italiane e su parte di quelle centrali.  

 Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dalle prime ore della giornata di domani, lunedì 12 aprile, il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, specie settori meridionali, Liguria, Emilia-Romagna e Toscana; attese inoltre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. In particolare, previsti venti forti dai quadranti orientali su Emilia-Romagna e Lombardia, con mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, lunedì 12 aprile, allerta arancione per rischio idrogeologico sulla Liguria di levante, inoltre, allerta gialla su parte di Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Liguria, sugli interi territori di Toscana, Umbria e Lazio.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

In arrivo i temporali al Nord.🔔 🟡 Allerta GIALLA domani, domenica 11 marzo, in cinque regioni

Allerta gialla in Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana e Umbria

Una vasta area depressionaria, posizionata sull’Europa occidentale, nelle prossime ore convoglierà un flusso di correnti umide sud-occidentali verso il nostro Paese. In particolare, una prima perturbazione porterà precipitazioni diffuse nella serata di oggi su nord-ovest e alta Toscana, mentre un secondo impulso, dalla serata di domani, investirà tutto il settentrione italiano con piogge e temporali, ed anche nevicate sui settori alpini.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi, sabato 10 aprile, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, specie settori sud-orientali, Liguria, Emilia-Romagna, specie appennino emiliano, e Toscana settentrionale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, domenica 11 aprile, allerta gialla su parte dei territori di Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana e Umbria.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

💨🌊In arrivo venti di burrasca da Nord a Sud, con mareggiate lungo le coste esposte. 🔔🟡 Allerta GIALLA domani, martedì 6 aprile, su Marche e Abruzzo.

Maltempo: in arrivo venti di burrasca da Nord a Sud

Una vasta e profonda area depressionaria, posizionata sull’Europa centro-settentrionale, nelle prossime ore determinerà l’afflusso di aria polare verso le nostre regioni, innescando, dalla serata di oggi, una intensificazione dei venti dai quadranti settentrionali e occidentali e un sensibile calo delle temperature su gran parte dell’Italia. Il concomitante passaggio di un sistema perturbato, darà luogo, domani, a precipitazioni sparse, specie sul versante adriatico, con fenomeni anche nevosi a quote basse, dapprima sulle regioni nord-orientali in estensione alle aree appenniniche settentrionali e, nel pomeriggio/sera, a quelle centrali.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento di protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dalla tarda serata di oggi, lunedì 5 aprile, venti da forti a burrasca, con raffiche di burrasca forte, dai quadranti settentrionali, sulla Provincia Autonoma di Bolzano, in estensione a Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Marche, Umbria e Toscana. Dalla mattinata di domani, martedì 6 aprile, si prevedono, inoltre, venti da forti a burrasca, con raffiche di burrasca forte, dai quadranti occidentali, su Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia e, per le successive 24-30 ore, sulla Calabria. Attese mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, martedì 6 aprile, allerta gialla per rischio temporali nelle Marche e per rischio idrogeologico sul versante orientale dell’Abruzzo.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

🌬 In arrivo venti di burrasca da Nord a Sud
🔔🟡 Allerta GIALLA, domenica 14 marzo, in tre regioni.

Allerta gialla in tre regioni 

L’approfondimento sull’Italia di una estesa saccatura dall’Europa settentrionale determina, già dalle prossime ore, un deciso peggioramento del tempo con una marcata intensificazione dei venti dai quadranti occidentali, a partire dal Settentrione in estensione a gran parte dell’Italia, ed un abbassamento delle temperature.
Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).
L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi, sabato 13 marzo, venti da forti a burrasca, dai quadranti occidentali, con raffiche di burrasca forte, sulla Valle d’Aosta, in estensione a Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Marche ed Umbria, interessando in particolar modo i settori costieri e i rilievi appenninici; dal mattino di domani, domenica 14 marzo, si prevedono venti da forti a burrasca, dai quadranti nord-occidentali e con raffiche di burrasca forte su Lazio, Abruzzo e Campania, specie sui settori costieri e montuosi; attesi, inoltre, dal primo pomeriggio di domani, venti da forti a burrasca, dai quadranti nord-occidentali, con raffiche di burrasca forte, specie sui settori costieri e montuosi, su Molise, Puglia, Basilicata e Calabria, in estensione alla Sicilia.
Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, domenica 14 marzo, allerta gialla per rischio temporali su gran parte dell’Umbria, per rischio idrogeologico sull’Abruzzo occidentale e per rischio idraulico nel Basso Fortore in Puglia.

Previsioni meteo in dettaglio per domenica 14 marzo 2021

Precipitazioni:

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta, settori montuosi di Piemonte centro-settentrionale e Lombardia, Triveneto, Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio orientale, Sardegna e Campania, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a puntualmente moderati su Marche occidentali, Campania meridionale e settori orientali di Umbria e Lazio;

– dal pomeriggio, da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Abruzzo, Molise, Puglia centro-settentrionale, Basilicata, Calabria e Sicilia nord-orientale, settentrionale e occidentale, con quantitativi cumulati generalmente deboli, fino a puntualmente moderati su Basilicata occidentale e settori tirrenici della Calabria centro-settentrionale.

Nevicate: sui settori alpini al di sopra dei 1000-1200 m, con apporti al suolo da deboli a moderati, specie sui settori confinali, dove la quota si abbasserà a 600-800 m; al di sopra dei 1100-1300 m sull’Appennino centrale, con apporti al suolo deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: in generale calo, anche sensibile, su tutto il Paese nei valori pomeridiani e serali.

Venti: da forti a burrasca inizialmente sud-occidentali, in rotazione a nord-occidentali, su Emilia-Romagna, Toscana, Marche ed Umbria, con rinforzi di burrasca forte sui crinali appenninici; da forti a burrasca dai quadranti occidentali sulla Sardegna settentrionale, in estensione alle restanti regioni centro-meridionali, con rinforzi di burrasca forte sui relativi crinali appenninici.

Mari: da molto mossi ad agitati tutti i bacini occidentali, dalla serata lo Stretto di Sicilia; tendenti a molto mossi dalla serata l’Adriatico centro-meridionale e lo Ionio.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

🌬️ ❄️Venti forti e neve a quota di pianura al nord. Domani lunedì 28 dicembre:
🔔🟠 Allerta ARANCIONE su Emilia-Romagna e Puglia
🔔🟡 Allerta GIALLA in 10 regioni.

Maltempo: allerta arancione su Emilia-Romagna e Puglia

27 dicembre 2020
Previsti venti forti e neve fino a quota di pianura

La perturbazione di origine nord-atlantica che sta avanzando  progressivamente verso il nostro Paese, nel corso della prossima notte, porterà un graduale peggioramento delle condizioni meteo sulle regioni centro-settentrionali in estensione poi, nella mattinata di domani, anche a quelle meridionali. I fenomeni più significativi di questa fase di maltempo saranno le nevicate fino a quote di pianura sulle regioni del nord e un deciso rinforzo della ventilazione meridionale su gran parte della penisola.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dalla serata di oggi, domenica 27 dicembre, venti di burrasca o burrasca forte, dai quadranti occidentali, sulla Sardegna, attesi, dalle prime ore di domani venti di burrasca o burrasca forte dai quadranti meridionali su Liguria, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, in estensione in mattinata a Campania, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, con mareggiate lungo le coste esposte. Si prevedono, inoltre, sempre dalle prime ore di domani, nevicate fino a quote di pianura, su Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Provincia Autonoma di Trento, Friuli Venezia Giulia, entroterra ligure ed Emilia-Romagna, con apporti al suolo in genere moderati.

Sulla base dei fenomeni in atto e previsti è stata valutata per la giornata di domani, lunedì 28 dicembre, allerta gialla arancione su parte dell’Emilia-Romagna e sul Gargano in Puglia, allerta gialla su parte di Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Liguria e Toscana, sull’intero territorio di Marche, Umbria, Abruzzo e Molise, su parte del Lazio e della Puglia.

Previsioni meteo per lunedì 28 dicembre 2020

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria di Levante, alta Toscana, settori montuosi del Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati generalmente moderati;

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lombardia, Emilia Romagna occidentale ed appenninica, resto di Triveneto, regioni centrali peninsulari e Campania, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio, sul resto del Nord, Sardegna, Puglia centro-settentrionale, Basilicata, Calabria settentrionale tirrenica, con quantitativi cumulati deboli.

Nevicate: fino a quote di pianura su tutte le regioni settentrionali, con probabili piogge o locale gelicidio sulle pianure di Veneto, Friuli ed Emilia-Romagna, con apporti al suolo generalmente moderati; al di sopra dei 1200-1400 m sui rimanenti settori appenninici centro-settentrionali.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: in sensibile e generale aumento sulle regioni centro-meridionali.

Venti: da forti a burrasca dai quadranti meridionali su Sardegna, Liguria e sui settori costieri di Toscana e Lazio, in estensione a tutte le regioni centro-meridionali e a quelle dell’Alto Adriatico, con temporanei rinforzi di burrasca forte su tutti i settori costieri e su quelli appenninici.

Mari: agitati fino a localmente molto agitati il Mare di Sardegna, il Mar Ligure ed il Tirreno; molto mossi i restanti bacini, tendenti ad agitati nel pomeriggio, fino a molto agitato lo Ionio.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

Previsioni meteo per domani, martedì 20 ottobre 2020

Precipitazioni: nessuna precipitazione significativa.

Visibilità: nottetempo e fino al mattino nebbie diffuse sulle zone di pianura del Nord, specie a cavallo del corso del Po, e localmente nelle zone interne vallive e fluviali del Centro.

Temperature: senza variazioni significative.

Venti: tendenti a forti sud-orientali sulla Sardegna.

Mari: tendenti a molto mossi il Mare e Canale di Sardegna.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

Previsioni meteo per domani, giovedì 08 ottobre 2020

Precipitazioni: residue deboli, localmente a carattere di rovescio, su Puglia centro-meridionale, Calabria meridionale e settori centro-orientali della Sicilia settentrionale.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in generale diminuzione, localmente sensibile su Pianura Padana, Sardegna e Centro-Sud peninsulare.

Venti: forti dai quadranti settentrionali su tutte le regioni meridionali, sul Molise e sulla Sardegna meridionale, con rinforzi di burrasca su Puglia e zone ioniche, in attenuazione ad iniziare dai settori occidentali.

Mari: molto mossi tutti i bacini centro-meridionali, nel pomeriggio moto ondoso in attenuazione sui settori tirrenici.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

🔔🟠 Allerta ARANCIONE, giovedì 17 settembre, su settori di Calabria e Sicilia.
🔔🟡 Allerta GIALLA su parte della Puglia e sulle restanti zone di Calabria e Sicilia.
🌩 🌬 In arrivo temporali e venti forti al Sud.

In arrivo temporali e venti forti al Sud

Un intenso ciclone mediterraneo, in transito sul mar Ionio, darà luogo, nelle prossime ore, a un deciso peggioramento sulle regioni più meridionali, specie su Sicilia orientale e Calabria, con temporali e venti forti fino al pomeriggio di domani.

L’avviso prevede dal primo pomeriggio di oggi, mercoledì 16 settembre, precipitazioni a prevalente carattere temporalesco su Calabria e Sicilia, specie sui settori centro-meridionali della Calabria e nord-orientali della Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Previsti, inoltre, dal pomeriggio di oggi, venti forti dai quadranti settentrionali, con raffiche di burrasca o localmente di burrasca forte, sui settori ionici della Sicilia e della Calabria, con possibili mareggiate sulle coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, 17 settembre, allerta arancione su settori di Calabria e Sicilia. Valutata, inoltre, allerta gialla su parte della Puglia e sulle zone rimanenti di Calabria e Sicilia.

Previsioni meteo per domani, giovedì 17 settembre 2020

Precipitazioni:

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia settentrionale e mord-orientale, Calabria e Puglia meridionale, con quantitativi cumulati da deboli a moderati, specie su Calabria centro-meridionale e Sicilia nord-orientale;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto di Sicilia e Calabria, su Basilicata, Puglia centrale, rilievi appennici di Lazio, Abruzzo e Molise, Campania e sui settori alpini, con quantitativi cumulati deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni di rilievo, con valori massimi localmente elevati sulle zone pianeggianti interne del centro.

Venti: forti dai quadranti settentrionali su Puglia meridionale e zone ioniche di Basilicata, Calabria e Sicilia, con ulteriori rinforzi fino a burrasca sulle aree ioniche della Calabria.

Mari: da molto mosso ad agitato lo Ionio, fino a molto agitato o localmente grosso al largo; molto mossi lo Stretto di Sicilia ed il Canale d’Otranto.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale

🔔🔴 Allerta ROSSA per rischio idrogeologico, giovedì 10 settembre, su alcuni settori della Sardegna
🔔🟠 Allerta ARANCIONE sulle restanti zone dell’Isola.

In arrivo intense precipitazioni sull’Isola

Un minimo in quota, attualmente posizionato sulle isole Baleari, si muove verso levante, dirigendosi verso la Sardegna dove, da domani, porterà precipitazioni diffuse e intense a prevalente carattere temporalesco. Venerdì il minimo si sposterà in area tirrenica, ma le precipitazioni interesseranno ancora l’isola sarda, specie nella prima parte della giornata.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, 10 settembre, allerta rossa sui Bacini Montevecchio – Pischilappiu e il Bacino del Tirso della Sardegna e allerta arancione sulle restanti zone dell’Isola.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Previsioni meteo per domani, giovedì 10 settembre 2020

Precipitazioni: isolate, anche a carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta, settori alpini del Piemonte, entroterra del Levante ligure, Sardegna, aree interne della Sicilia centro-settentrionale e della Calabria centro-meridionale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati sulla Sardegna.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: senza variazioni significative, con massime localmente elevate su zone pianeggianti interne di Toscana, Lazio, Campania, Puglia e settori ionici di Basilicata, Calabria e Sicilia.

Venti: localmente forti settentrionali su Puglia meridionale e settori ionici della Calabria centrale, in attenuazione.

Mari: localmente molto mosso lo Ionio al largo.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale