Maltempo: in arrivo temporali, grandinate e venti forti dal Nord fino alla Toscana🌩️⚡

Rapido ma intenso cambiamento delle condizioni meteorologiche al Nord. Dalle prime ore di domani, infatti, assisteremo al passaggio di un fronte perturbato che interesserà le nostre regioni settentrionali e l’alta Toscana, con forti temporali, grandinate e associate raffiche di vento. La ventilazione, dai quadranti occidentali, determinerà un progressivo calo delle temperature, dapprima al Nord e, successivamente, anche al Centro-Sud.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile.

L’avviso prevede dalle prime ore di domani, martedì 28 giugno, precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, su Valle d’Aosta e Piemonte, in estensione, nel corso della mattinata a Liguria, Emilia-Romagna, Lombardia, province autonome di Trento e Bolzano, Veneto e Toscana settentrionale.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di domani, martedì 28 giugno, allerta gialla per rischio temporali in Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento, Emilia Romagna, Veneto e Toscana Settentrionale, e per rischio idrogeologico in Valle D’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento e parte della Lombardia.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

Domenica 8 maggio ⛈💨 Ancora piogge e venti forti al Sud 🔔🟠 Allerta ARANCIONE sulla Sicilia meridionale 🔔🟡 Allerta GIALLA in 7 regioni.

Un minimo depressionario centrato sulla Sicilia, nella giornata di domani, continuerà a determinare condizioni di tempo perturbato sulle regioni meridionali italiane, con fenomeni a carattere sparso in prevalenza temporaleschi.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende il precedente. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale,nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dal primo mattino di domani, domenica 8 maggio, il persistere di precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Sicilia, Calabria e Basilicata. Previste inoltre precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Puglia. I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, domenica 8 maggio, allerta arancione per rischio idrogeologico e rischio temporali sulla Sicilia meridionale,  allerta gialla sull’intero territorio di Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, sul versante tirrenico della Sardegna e sui restanti settori della Sicilia.

Fonte:dipartimento protezione civile nazionale

Domenica 10 aprile 💨 Venti forti e di burrasca su buona parte del Paese 🌊 Mareggiate lungo le coste esposte.

Maltempo: persistono venti fino a burrasca su buona parte del Paese

Ancora tempo instabile in estensione da nord a sud.

Precipitazioni: da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Abruzzo, Molise e regioni meridionali peninsulari, in esaurimento pomeridiano, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

Nevicate: fino al mattino al di sopra dei 700-900 metri su Appennino centrale, specie abruzzese, e campano, con apporti al suolo deboli o puntualmente moderati; al di sopra dei 900-1100 metri su Basilicata e Calabria, con apporti al suolo deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: minime in sensibile diminuzione, specie al Centro-Nord; massime in sensibile diminuzione sulle regioni centrali adriatiche ed al Sud.

Venti: da forti a burrasca dai quadranti settentrionali su Abruzzo, Molise e regioni meridionali, con tendenza a graduale attenuazione iniziando dalle regioni centrali; localmente forti dai quadranti settentrionali su Sardegna e Lazio, in attenuazione.

Mari: molto mossi tutti bacini centro-meridionali, localmente agitati i settori centro-meridionali di Tirreno ed Adriatico e, dalla sera, lo Ionio settentrionale; moto ondoso in graduale attenuazione sui bacini centrali e su quelli intorno alla Sardegna.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

Martedì 15 febbraio ❄️Nevicate a quote basse su Piemonte, Lombardia e Liguria 🔔🟡 Allerta gialla in 8 Regioni

Un’estesa perturbazione, di origine atlantica, si muove velocemente verso l’Italia, accompagnata da precipitazioni sparse; tali fenomeni, specie nel corso della prossima notte, si mostreranno anche a carattere nevoso a quote molto basse sul nord-ovest.

Successivamente il sistema perturbato, si estenderà al triveneto e alle regioni centro-meridionali, con nevicate a quote superiori.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dal pomeriggio di oggi, lunedì 14 febbraio 2022, nevicate al di sopra dei 400-600 metri su Piemonte, Lombardia e Liguria, con quota neve in calo fino a 200-300 metri su entroterra ligure, Piemonte meridionale e Lombardia occidentale, con apporti al suolo da deboli a moderati.
Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani, martedì 15 febbraio, allerta gialla su Lazio, settori di Umbria, Abruzzo, Molise, Campania,Basilicata e parte di Calabria e Sicilia.

Fonte: Dipartimento di protezione civile nazionale

❄️Neve a quote basse in arrivo al Centro.🟡🔔 Allerta GIALLA, mercoledì 12 gennaio, per rischio meteo-idro in Sicilia e Abruzzo.

Un minimo in quota, in arrivo dall’Europa orientale, dalla tarda serata di oggi raggiungerà le nostre regioni centrali adriatiche per poi estendersi a quelle tirreniche, determinando un veloce ma breve peggioramento, con nevicate a quote anche molto basse, seguite da un deciso miglioramento a partire già dalla mattinata di domani.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

Dalla tarda serata di oggi, martedì 11 gennaio, si prevedono nevicate al di sopra dei 200-400 m sull’Abruzzo e dei 300-500 m sul Molise, con locali sconfinamenti alle quote più basse e apporti al suolo da deboli a moderati. Dalle prime ore di domani si prevedono, inoltre, nevicate al di sopra dei 300-500 m sul Lazio centro-meridionale, con locali sconfinamenti 

fino ai 200 m sulle zone interne meridionali e apporti al suolo da deboli a moderati.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata allerta gialla, mercoledì 12 gennaio, su parte di Sicilia e Abruzzo.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale.

❄💨🌊 Neve al Sud, vento forte su gran parte dell’Italia e mareggiate sulle coste🔔🟠 Allerta ARANCIONE per rischio idrogeologico in Puglia🔔🟡 Allerta GIALLA in sei regioni.

Maltempo: allerta arancione sulla Puglia settentrionale

Neve al Sud, vento forte su gran parte dell’Italia e mareggiate sulle coste. 

Un sistema perturbato a carattere freddo tende ad attraversare l’intera Penisola, determinando la formazione di un minimo barico sul Tirreno. In tale contesto si assisterà a una intensificazione della ventilazione dai quadranti settentrionali, con conseguente abbassamento delle temperature e nevicate fino a quote collinari su parte del Meridione.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dalla serata di oggi, domenica 9 gennaio, nevicate mediamente al di sopra dei 500-700 metri su Campania, Basilicata e Puglia, con apporti al suolo da deboli a moderati. 


Si prevedono inoltre venti da forti a burrasca, a prevalente componente settentrionale, su Emilia-Romagna orientale, Marche, Toscana, Umbria, Lazio, in estensione dalle prime ore della giornata di domani, lunedì 10 gennaio, ad Abruzzo, Molise, Puglia, Campania e Basilicata con ulteriori temporanee raffiche fino a burrasca forte sulle zone costiere e appenniniche; attesi venti da forti a burrasca, inizialmente a componente occidentale, su Sicilia e Calabria, in successiva rotazione dai quadranti settentrionali e in ulteriore rinforzo fino a burrasca forte. Previste forti mareggiate lungo le coste esposte. 

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, lunedì 10 gennaio, allerta arancione per rischio idrogeologico sull’area settentrionale della Puglia. Valutata, inoltre, allerta gialla per rischio idrogeologico, rischio idraulico e rischio temporali su Abruzzo, Molise e su alcuni settori di Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Fonte: dipartimento protezione civile nazionale.

Mercoledì 8 dicembre❄️⛈ Neve al Nord fino a quote di pianura, temporali e venti forti su buona parte del Paese🔔🟡 Allerta gialla per rischio idrogeologico e temporali in nove regioni

Una nuova perturbazione atlantica determinerà una fase di maltempo su gran parte del Paese, con nevicate a bassa quota, precipitazioni e un rinforzo della ventilazione specialmente al centro-nord.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dalle prime ore di domani, mercoledì 8 dicembre, nevicate fino a quota di pianura o di fondovalle, dapprima su Piemonte, Lombardia, entroterra Ligure e, in successiva estensione, su Provincia autonoma di Trento e Bolzano, Emilia Romagna occidentale, settori centro-settentrionali di Veneto e Friuli Venezia Giulia, con apporti al suolo localmente moderati, fino ad abbondanti nelle quote più alte. Le precipitazioni nevose saranno associate a possibili fenomeni di gelicidio sui settori della pianura padana centro-orientale.

Dalla mattinata di domani si prevedono precipitazioni a carattere di rovescio o temporale su Veneto, Toscana, Umbria e Lazio. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Previsti, inoltre, venti di burrasca dai quadranti meridionali su Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise. Saranno possibili forti mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di domani, mercoledì 8 dicembre, allerta gialla sull’intero territorio di Toscana, Lazio, Umbria e Basilicata e su parte di Abruzzo, Calabria, Molise, Friuli Venezia Giulia e Veneto.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

Lunedì 6 dicembre🔔🟠 Allerta ARANCIONE in Basilicata🔔🟡 Allerta GIALLA in sette regioni⛈🌬 Temporali e venti di burrasca anche in Sicilia.

Una perturbazione atlantica, con il suo centro d’azione in movimento verso le regioni meridionali italiane, mantiene, nella giornata di domani, condizioni di spiccata instabilità sul Meridione, specie sui versanti tirrenici meridionali, oltre ad una ventilazione intensa nei bassi strati.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che fa seguito ed estende quello emesso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

Sulla base dei fenomeni in atto e previsti è stata valutata per la giornata di domani, lunedì 6 dicembre, allerta arancione sul settore occidentale della Basilicata e allerta gialla in Campania, Molise, Calabria, Sicilia, sui settori costieri dell’Abruzzo, sul restante territorio della Basilicata e su gran parte della Puglia.

Precipitazioni: 

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania meridionale, settori tirrenici di Basilicata e Calabria, Sicilia settentrionale ed occidentale, con quantitativi cumulati moderati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Toscana meridionale, Lazio settentrionale e meridionale, Umbria sud-occidentale, Sardegna e sul resto delle regioni meridionali, con quantitativi cumulati deboli, puntualmente moderati sui settori adriatici di Abruzzo, Molise e Puglia e sul resto di Sicilia, Calabria e Basilicata occidentale.

Nevicate: al di sopra di 800-1000m sui settori appenninici centrali e sui rilievi della Sardegna, localmente fino a 600-800m sull’Abruzzo, con apporti al suolo deboli; al di sopra di 1100-1300m sulle regioni meridionali.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: in generale sensibile diminuzione, specie al Centro-Sud peninsulare e nei valori minimi sui settori alpini.

Venti: forti settentrionali con raffiche di burrasca forte sulla Sardegna e sulla Sicilia; tendenti a forti settentrionali su Liguria, coste adriatiche settentrionali, sulle regioni centrali peninsulari, in estensione pomeridiana alle regioni meridionali peninsulari. 

Mari: da agitati a molto agitati il Mare e Canale di Sardegna; agitati lo Stretto di Sicilia ed localmente il Tirreno meridionale; molto mossi i restanti bacini.

Fonte:dipartimento protezione civile nazionale

🌧 Piogge e temporali al Sud. Lunedì 8 novembre🟡🔔 Allerta GIALLA in otto regioni.

Maltempo. piogge e temporali al Sud

Un’ampia area di bassa pressione, posizionata tra il Mar Mediterraneo occidentale e il Nord-Africa, innesca un flusso di correnti sud-occidentali umide ed instabili verso la nostra penisola, che determinano condizioni meteo diffusamente instabili. Nei primi giorni della prossima settimana si prevedono, infatti, precipitazioni sparse su tutte le regioni centro-meridionali, con fenomeni temporaleschi che interesseranno in particolare le regioni meridionali.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede dal primo mattino di domani, lunedì 8 novembre, precipitazioni sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Sicilia e Campania, in estensione a Molise e Puglia settentrionale. Tali fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, lunedì 8 novembre, allerta gialla su Abruzzo, Molise, Lazio meridionale, Campania, su parte di Puglia, Basilicata e Calabria, sulla Sicilia.

Fonte: ddipartimento protezione civile nazionale

Lunedì 25 ottobre<🔴🔔 allerta ROSSA meteo-idro in Calabria e Sicilia🟠🔔 allerta ARANCIONE in 3 regioni🟡🔔 allerta GIALLA in 2 regioni. Al Sud ancora rovesci e temporali, burrasca e mareggiate.

Maltempo: allerta rossa in Calabria e Sicilia

Prosegue la marcata fase di maltempo che sta interessando in particolare Sicilia e Calabria, con fenomeni in parziale estensione a Puglia e Basilicata, specie sui relativi settori meridionali e ionici.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento della protezione civile nazionale.

L’avviso prevede il persistere di precipitazioni intense, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Calabria, con fenomeni particolarmente insistenti sui settori ionici; dalle prime ore di domani, lunedì 25 ottobre, sono previste inoltre precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Basilicata, con fenomeni più intensi sui settori meridionali e ionici. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

L’avviso prevede anche il persistere di venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte, sud-orientali sulla Calabria, specie sui settori ionici. Dal primo mattino di domani, lunedì 25 ottobre, venti di burrasca sud-orientali, con raffiche di burrasca forte, interesseranno anche Puglia e Basilicata, specie sui relativi settori ionici. Attese intense mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per oggi e domani allerta rossa per rischio idraulico e idrogeologico su parte della Calabria e della Sicilia. Nella giornata di domani, lunedì 25 ottobre l’allerta sarà arancione sui restanti settori delle due regioni e, per rischio temporali, riguarderà anche parte della Basilicata; allerta gialla meteo-idro in Puglia e Basilicata.

Fonte:dipartimento protezione civile nazionale