Verso un contesto più atlantico che sub-tropicale…


L’aspetto fondamentale di questa fase stagionale continua ad essere costituito da un contesto di instabilità e di temperature contenute, quanto meno sul centro-nord. Ma, soprattutto, dal fatto che lo spesso invadente sub-tropicale, ramo africano, salvo momenti molto sporadici, rimane confinato e poco protagonista. Del sub-tropicale risulta più protagonista, e questo fa davvero notizia, anche con estensioni atipiche verso nord-est, il ramo oceanico. Premesso che sia una certa instabilità che temperature contenute sul centro-nord continueranno ad insistere anche nel corso dei primi giorni di luglio, sul piano tecnico va detto che detta instabilità e dette contenute temperature di inizio luglio non saranno più da ascrivere all’influenza del vortice di questi giorni, ma ad una situazione diversa, non di blocco, ed invece prettamente zonale. Il vortice in quota semi-stazionario ancora attivo, e tenuto in loco da un quadro di alte pressioni di matrice oceanica spinte sino sull’europa settentrionale, andrà gradualmente attenuandosi e spostandosi verso est o nord-est, lasciando che un certo respiro anticiclonico, con parziale influenza del ramo africano, disegni un fine settimana all’insegna di rialzi termici e stabilizzazione. Ma detti segni prettamente estivi e di una estate piena saranno tutt’altro che duraturi. E saranno tutt’altro che duraturi perché l’affermazione del nuovo profilo prettamente zonale viaggerà sulle ali di un getto pilota, attualmente in moto lungo una direttrice sud-ovest/nord-est a relative alte latitudini, intenzionato a disporsi da ovest ad est ed a più basse latitudini o alle latitudini della media europa. Da cui i termini di una configurazione atlantica con fascia di alte pressioni non troppo spinta verso nord, inoltre ben solida ed affermata sull’oceano, e con flusso atlantico capace di coinvolgere o di lambire il nostro settentrione o il nostro centro-nord, anche con il transito di ondulazioni negative da ovest ad est o da nord-ovest a sud-est. Il disegno segna la situazione generale prevista tra fine giugno ed inizio luglio e mostra, con il supporto della simbologia, la scarsa invadenza del sub-tropicale, permissivo, quanto meno sino al limite del centro-nord, nei confronti del flusso oceanico…

Autore Pierangelo Perelli

Please follow and like us:
0
Tweet 20
Pin Share20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *