Ipotesi fredde al vaglio❄️


Ipotesi fredde al vaglio…
Il prospettato rialzo di pressione di metà mese, tendente a frenare a o a deviare il grande flusso occidentale, prende consistenza, assumendo, per alcuni modelli, persino il profilo di qualcosa che somiglia molto ad uno split. Il cammino previsionale meteo dei prossimi giorni, però, è lungo e complesso, tant’è che prima di ammettere uno split o un significativo movimento di aria fredda verso il mediterraneo, c’è ancora molto da verificare e da attendere. Di un punto fermo, in ogni caso, possiamo prendere atto, ed è, appunto, il molto probabile sviluppo di una sorta di blocco a barriera nei confronti del flusso atlantico. Il medesimo flusso atlantico dominerà, controbilanciato da un discreto flusso freddo est-ovest sul nord-europa, il corso delle basse latitudini e delle latitudini mediterranee nella prima parte della settimana. Poi lo scenario, come detto, potrebbe davvero cominciare a cambiare in virtù di un rialzo pressorio sull’europa occidentale ed in direzione delle alte latitudini, anche abbastanza rapido e, pertanto, assai promettente, non solo nel deviare significativamente il getto verso nord o nord-est, ma anche nel richiamare verso occidente il lobo asiatico del vortice polare. Detta così sembra che possa arrivare una ondata di gelo. In verità, e come ho detto, al netto del fatto che, in casi del genere, una ondata di gelo diventa possibile, contemplare tutte le ipotesi risulta doveroso. D’altra parte non sarebbe la prima volta che si delineano prospettive di blocco con la possibilità di afflussi freddi che poi, nel corso dei giorni, vengono smentite. In ragione di tali considerazioni, dunque, non possiamo far altro che prendere atto del cambio circolatorio suddetto, contemplando, tra le varie possibilità evolutive quelle più favorevoli alla discesa fredda fino al mediterraneo e quelle più favorevoli ad una invadenza anticiclonica tale da mantenere il grande freddo più confinato ad est. Il disegno, che si riferisce alla situazione prevista da ECMWF in quota ed al suolo per i giorni 11-12 febbraio, mostra la barriera anticiclonica in rinforzo sull’europa occidentale e tendente ad ulteriore rimonta verso nord o nord-est (frecce rosse) e mostra il conseguente affermarsi di un grande disegno freddo sull’europa nord-occidentale in estensione verso più basse latitudini (frecce blu). E mostra, in definitiva, i segni generali di un cambio di circolazione che, nei prossimi giorni e nei prossimi run modellistici, sarà da analizzare nei suoi risvolti orientati nella direzione di un freddo più o meno invadente (frecce più sottili)…

Please follow and like us:
0
20
Pin Share20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *