🔔🔴Allerta ROSSA meteo-idro, domenica 29 novembre, su gran parte della Sardegna
🔔🟠Allerta ARANCIONE in Calabria, Puglia e Sardegna nord-occidentale e Sud-orientale
🌩🌬Rovesci, temporali e venti forti sulla Sardegna e al Sud

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata da parte della protezione civile nazionale per la giornata di domani, domenica 29 novembre, allerta rossa su gran parte della Sardegna e allerta arancione sui restanti bacini. Valutata inoltre allerta arancione sui versanti meridionali e orientali della Calabria e su ampi settori della Puglia. Allerta gialla, infine, sull’intero territorio di Sicilia, Campania, Basilicata, Molise, Abruzzo e sui restanti settori calabresi e pugliesi.

Previsioni meteo per domenica 29 novembre 2020.

Precipitazioni:

– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Puglia centro-meridionale, Basilicata orientale e settori centro-orientali di Abruzzo e Molise, con quantitativi cumulati moderati;

– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su resto di Abruzzo, Molise, Basilicata e Puglia, su Marche meridionali, Sardegna orientale e sulla Calabria ionica, con quantitativi cumulati moderati;

– isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lazio sud-orientale, Sicilia e resto del Sud peninsulare, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati;

– isolate, anche a carattere di rovescio o temporale, su Romagna, resto di Marche, Umbria orientale, Lazio orientale e tirrenico meridionale, con quantitativi cumulati deboli;

Visibilità: nessun fenomeno di rilievo.

Temperature: in locale sensibile aumento le massime sul Nord-Ovest, in diminuzione localmente sensibile nei valori serali al Nord-Est.

Venti: forti: orientali su zone costiere di Veneto e Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio settentrionale e Sardegna; meridionali su tutte le zone ioniche. Tendenti a forti orientali sui restanti settori adriatici e sul resto del Sud.

Mari: molto mossi tutti i bacini, temporaneamente agitato lo Ionio.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

Please follow and like us:
0
20
Pin Share20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *