Analisi imminente perturbazione relativa alla medio-alta Lombardia.

Sui nostri settori della medio-alta Lombardia, così come su tutto il nord, è in atto una tregua dal maltempo. Dopo la perturbazione che ci ha interessato tra venerdì e ieri mattina, la giornata odierna sarà infatti caratterizzata da un tempo tutto sommato asciutto seppur con nubi in progressivo aumento nel corso della giornata fino a cielo nuvoloso la sera. Si sta avvicinando infatti una corposa perturbazione Atlantica e già stasera potremo assistere a qualche prima debole pioggia su Valchiavenna, Varesotto, Brianza, Comasco, Lecchese e Bergamasco occidentale.

La perturbazione inizierà ad entrare nel vivo poi domani tra notte e mattina con la graduale diffusione di piogge anche a carattere di rovescio. Il maltempo proseguirà poi anche per tutte le ore pomeridiane-serale con piogge e rovesci in transito da ovest verso est. Per quanto riguarda l’intensità dei fenomeni, inizialmente saranno generalmente moderati ma si intensificheranno nel corso della giornata. In particolare da fine mattina e poi nel pomeriggio/sera saranno possibili dei rovesci a tratti anche forti.

Non sono da escludere locali fenomeni a carattere temporalesco nel corso della giornata (più probabilità nelle ore pomeridiane-serali), specie su Prealpi e pianura adiacente. Prestare attenzione inoltre al rinforzo della ventilazione: raffiche anche moderate e localmente intense accompagneranno infatti le precipitazioni nel corso della giornata. Neve inizialmente sopra i 2000 metri, in calo poi nella notte/mattina di martedi con fiocchi possibili fin sui 1500 metri.

Piogge e rovesci, da moderati a localmente intensi, insisteranno poi anche nella notte su martedì e inizieranno ad attenuarsi da ovest verso est nel corso della mattinata fino a tempo generalmente asciutto poi nel pomeriggio successivo. L’accumulo di pioggia finale potrà risultare consistente ovunque, anche importante sui settori Alpini e Prealpini dove, come spesso accade, i fenomeni moderati-intensi saranno più persistenti.

Dando un veloce sguardo al proseguo della settimana, l’alta pressione tenderà gradualmente a rimontare da ovest garanzia di bel tempo e clima diurno gradevole.

Analisi meteo venerdì e weekend relativa alla Lombardia.

Fino alla giornata di ieri, da lunedì, la nostra regione è stata interessata da correnti umide attivate da un’area depressionaria Atlantica presente sull’ovest Europa. Alle aperture (a tratti anche ampie) si sono alternate nubi medio-basse anche estese oltre alle nubi alte (stratificazioni) in transito al di sopra. Nel corso della giornata odierna assisteremo all’avvicinamento della perturbazione associata all’area depressionaria presente a ovest e che tenderà appunto a spostarsi verso est nelle prossime ore.

Oggi avremo nubi in progressivo aumento fino a cielo coperto un pó ovunque in serata, al più aperture resisteranno in bassa pianura. Da segnalare la possibilità dei primi deboli piovaschi nel corso della giornata sulle zone occidentali, in concentramento serale specie sulle zone Alpine, Prealpine e pedemontane.

Nella giornata di domani entrerà nel vivo invece l’impulso perturbato. Cielo coperto ovunque per tutto l’arco della giornata e diffusione di piogge, anche a carattere di rovescio in particolare dal mattino e che interesseranno in particolare i settori Alpini/Prealpini e le aree di pianura adiacenti; fenomeni generalmente moderati ma non è da escludere qualche locale rovescio intenso su Prealpi, pedemontane e in genere settori nord-occidentali. Bassa se non praticamente nulla la possibilità che i rovesci possano assumere carattere temporalesco. Le aree di medio-bassa pianura e l’Oltrepò Pavese rimarranno ai margini del grosso delle precipitazioni, al più qualche piovasco debole e intermittente (pause asciutte anche lunghe) nel corso della giornata. Neve in alta montagna, sui 2800-3000 metri.

Le precipitazioni tenderanno ad esaurirsi nella notte su sabato da ovest verso est seppur poi in giornata una certa instabilità post-frontale possibile sulle zone Alpine confinali e Prealpine/pedemontane centro-orientali con nubi e la possibilità di qualche debole piovasco; altrove possibilità di aperture seppur con ancora la possibilità di nubi irregolari in transito.

Seguiremo la situazione in tempo reale.

Analisi fase perturbata di giovedì relativa alla medio-alta Lombardia.

Ci troviamo in questi giorni inseriti in una circolazione fredda/instabile responsabile di un tempo non del tutto stabile.

Una nuova perturbazione da NO ha fatto il suo ingresso nelle scorse sulla nostra penisola specie verso il centro ma con prime precipitazioni che stanno interessando anche parte del nord. Sui nostri settori della medio-alta Lombardia da segnalare stamattina qualche rovescio che ha interessato le aree di pianura centro-occidentali (tra Milanese, Brianza e Bergamasco) mentre altrove tempo ancora buono. Nel pomeriggio/sera tempo tutto sommato buono, al più nubi in transito ma in un contesto ancora in prevalenza asciutto.

Nella giornata di domani la situazione cambierà. Il maltempo tenderà ad intensificarsi nella notte tra le regioni centrali e l’Emilia Romagna con la formazione di un minimo di bassa pressione proprio da quelle parti. I nostri settori rimarranno ai margini del grosso del maltempo, che pare sarà relegato in giornata al centro-sud e sulle zone del nord poste intorno al Po e a sud di esso. Tuttavia potremo assistere alla graduale diffusione di piogge o piovaschi (intensità da debole a moderata) tra notte e mattina in particolare sulle aree di pianura, pedemontane e Prealpi; sulle Alpi fenomeni molto scarsi o del tutto assenti. Nel pomeriggio precipitazioni deboli/moderate insisteranno ancora tra Prealpi e aree di pianura, qualche precipitazione in più in arrivo anche sulla medio-alta Valtellina. Fenomeni molto scarsi (sporadici deboli piovaschi) sui settori Alpini occidentali (Valchiavenna). In serata precipitazioni sui settori centro-orientali (medio-alta Valtellina, Bergamasco e Bresciano), asciutto altrove. Generale miglioramento nella notte su venerdì. Neve possibile durante il peggioramento da quota di media montagna.

La perturbazione non ci colpirà quindi in maniera particolarmente intensa ma non mancheranno comunque precipitazioni, da deboli a moderate. Dando uno sguardo all’accumulo di pioggia previsto a fine evento (mappa qui sotto), esso sarà più consistente (non abbondante) su Bergamasco, Bresciano, Brianza e parte del Milanese. Seguiremo in tempo reale questa fase perturbata.

Analisi meteo prossime ore medio-alta Lombardia.

Nel corso di questo weekend una saccatura scenderà dal nord Europa verso il Mediterraneo accompagnata da aria più fredda. Come spesso accade, la perturbazione associata non interesserà in maniera consistente i nostri settori della medio-alta Lombardia a causa dello sbarramento imposto dalle Alpi ma assisteremo comunque nelle prossime ore ad un pó di instabilità.

Dopo un inizio giornata odierna in compagnia di un cielo ancora sereno, tra pomeriggio e sera assisteremo ad un progressivo aumento della nuvolosità. Dal tardo pomeriggio possibilità di piovaschi o qualche temporale sui rilievi Alpini/Prealpini (specie orientali, più occasionali altrove) in possibile estensione serale alla pianura specie tra est Bergamasco e Bresciano.

Tra notte e prime ore del mattino di domani il fronte instabile si muoverà verso sud-est lasciando ai margini gran parte dei nostri settori. Al più avremo qualche pioggia, anche a carattere di rovescio, su Bresciano e bassa Bergamasca (non escluso qualche temporale), qualche sporadica e debole nevicata sui settori Alpini di confine; sul resto della medio-alta Lombardia nubi ma fenomeni molto scarsi (locali deboli piovaschi) o del tutto assenti. Nel corso della giornata poi sarà possibile ancora qualche piovasco in particolare sul Bresciano, tra pomeriggio e sera qualche debole fenomeno possibile anche sulle aree di alta pianura in genere. Generale esaurimento dei fenomeni tra sera e inizio notte successiva.

L’effetto di questo cambiamento del tempo, che avvertiremo invece ovunque, sarà il calo termico con temperature che da domani non raggiungeranno i 20°C alle basse quote (saremo intorno ai 15-16°C), freddo ovviamente in montagna.

Rimarremo inseriti in questa circolazione instabile anche settimana prossima. Tempo buono lunedì e martedì (temperature massime non oltre 15-17°C alle basse quote) in attesa di una possibile perturbazione in avvicinamento mercoledì e che ci potrà interessare poi giovedì. Tutti gli effetti di questo peggioramento sono però ancora tutti da vedere. Seguiremo l’evoluzione.

Analisi imminente fase di maltempo relativa alla medio-alta Lombardia.

Dopo una breve parentesi di tempo stabile e anche soleggiato, è imminente una nuova fase di maltempo anche marcato sui nostri settori a causa di un profondo vortice ciclonico che sarà presente tra questo fine settimana e l’inizio della prossima tra nord Francia e Regno Unito. In questo articolo entriamo nei dettagli.

Già nella giornata odierna assisteremo ai primi segnali del peggioramento con nubi in progressivo aumento e primi deboli piovaschi possibili in serata (per il momento poca roba).

Nella giornata di domani avremo delle piogge e qualche rovescio in graduale diffusione già dalla notte/mattina ma sarà in particolare tra il pomeriggio di domani e la mattina di sabato che assisteremo all’arrivo di una corposa perturbazione responsabile di piogge e rovesci in transito da ovest verso est, da moderati a intensi. Possibilità di temporali tra Prealpi e pianura. Tra pomeriggio e sera di sabato fenomeni in attenuazione da ovest verso est stante l’allontanamento dell’impulso perturbato, locali rovesci saranno comunque possibili sul NO Lombardo. Oltre alle precipitazioni avremo anche anche un generale rinforzo della ventilazione dal pomeriggio di domani con raffiche anche intense specie su pianura e vicine pedemontane in attenuazione tra pomeriggio e sera di sabato.

Non migliorerà il tempo. Domenica avremo ancora instabilità, dapprima in particolare su Alpi e settori nord-occidentali della regione ma con intensificazione del maltempo tra pomeriggio e sera con l’arrivo di un nuovo impulso perturbato. Piogge e rovesci da moderati a localmente forti saranno in diffusione un pó ovunque con locali temporali possibili tra Prealpi e pianura. Fenomeni che proseguiranno poi anche nella notte su lunedì con graduale miglioramento poi in giornata.

In tutta la fase instabile la neve cadrà abbondante su Alpi/Prealpi in genere dai 2000 metri. Seguiremo passo passo la situazione. A fine evento potremo avere degli accumuli generalmente consistenti ma anche molto abbondanti a ridosso dei rilievi con possibili criticità.

Articolo previsionale 20/09/2020.

Piemonte-VDA-Lombardia-Triveneto.

Buonasera a tutti! Un’isolata area depressionaria presente ad ovest della nostra penisola (tra Francia e Penisola Iberica) è causa di disturbi sulle nostre regioni in quanto essa ci invia degli impulsi instabili che, seppur per il momento non particolarmente organizzati, rendono il tempo più inaffidabile. Rovesci e qualche temporale sono in atto in questo momento in particolare sui rilievi risultando però decisamente irregolari. Anche nella giornata di domani saremo influenzati dall’area depressionaria e avremo una certa instabilità con possibilità di precipitazioni irregolari.

Entriamo nei dettagli per la giornata di domani. La giornata trascorrerà con nubi in transito un pó ovunque, alternate a qualche apertura. Qualche rovescio sarà possibile nella notte su Piemonte (specie aree di pianura vicine ai rilievi) e NO Lombardia. L’instabilità si accenderà poi in particolare tra pomeriggio e sera con rovesci sparsi e qualche temporale attesi sui settori Alpini, Prealpini e Appenninici con coinvolgimento tra tardo pomeriggio e notte successiva della pianura Piemontese-Lombarda. Si tratterà di fenomeni distribuiti in maniera irregolare ma in caso di temporale gli scrosci potranno essere anche intensi. Temperature massime comprese in genere tra 24-26°C alle basse quote; in montagna massime sui 18°C a quote medie.

Tra martedì e mercoledi l’area depressionaria tenderà a strutturarsi tra Francia e Penisola Iberica (agganciata dal flusso Atlantico) muovendosi verso est. Tempo instabile sulle nostre regioni con possibilità di rovesci e temporali un pó ovunque alternati a qualche momento asciutto. Da valutare poi tra giovedì e venerdì la possibilità di un passaggio perturbato più corposo e intenso a causa di una vasta area depressionaria accompagnata da aria più fredda in discesa da nord fin verso il Mediterraneo e che potrà interessare quindi anche le nostre regioni con la perturbazione associata. Il tutto accompagnato da un netto calo delle temperature con quota neve in calo sulle Alpi venerdì. Ovviamente i dettagli precisi sono ancora da valutare, ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.

Articolo previsionale 19/09/2020.

Piemonte-VDA-Lombardia-Triveneto.

Buonasera a tutti! Ad ovest della nostra penisola (tra Francia e Penisola Iberica) è presente un’area depressionaria che provoca fastidio all’alta pressione ormai in fase di indebolimento. Stiamo assistendo oggi ai primi segnali di cambiamento con più nubi in transito, generalmente irregolari e alternate ad aperture ma anche compatte, e ai primi rovesci sulle Alpi occidentali. Nella giornata di domani l’area depressionaria invierà verso le nostre regioni il primo fronte instabile, seppur modesto.

Entriamo nei dettagli per domani. La giornata trascorrerà con tempo tutto sommato discreto seppur avremo a che fare con nubi in transito alternate a qualche apertura. Qualche rovescio sarà possibile già al mattino tra Valle d’Aosta e Piemonte occidentale e tra Alessandrino e Olptrepo Pavese. Tra pomeriggio e sera sono attesi poi rovesci sparsi e/o qualche temporale sui settori Alpini, Prealpini e Appenninici con locale coinvolgimento tra sera e inizio notte successiva della pianura Piemontese (più ai margini l’Alessandrino) e Lombarda. Temperature in lieve calo e massime comprese in genere tra 25-27°C alle basse quote; in montagna massime sui 18-20°C a quote medie.

Ad inizio settimana prossima l’area depressionaria tenderà a coinvolgere sempre di più le nostre regioni. Ne conseguirà instabilità nella prima metà della settimana con rovesci e qualche temporale a più riprese sui rilievi a partire da lunedì pomeriggio/sera ma con il coinvolgimento irregolare anche della pianura, lunedì specie Piemontese-Lombarda in serata poi martedì/mercoledì anche altrove. Da valutare poi nella seconda parte della settimana la possibilità di maltempo più corposo a causa di una vasta saccatura in discesa da nord fin verso il Mediterraneo e che potrà interessare quindi anche le nostre regioni con gli impulsi perturbati associati. Il tutto accompagnato da un netto calo delle temperature. Ovviamente i dettagli sono ancora da valutare, ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.

Articolo previsionale 18/09/2020.

Piemonte-VDA-Lombardia-Triveneto.

Buonasera a tutti! Nella giornata odierna l’alta pressione è presente nelle nostre regioni con bel tempo prevalente. Tuttavia ad ovest (verso la Penisola Iberica) è presente un’isolata area depressionaria che nelle prossime ore tenderà lentamente ad avvicinarsi alle nostre regioni e a dare fastidio all’alta pressione che inizierà ad indebolirsi. Nella giornata di domani assisteremo quindi ai primi segnali di questo avvicinamento.

Entriamo nei dettagli per domani. La giornata trascorrerà con tempo generalmente buono seppur avremo a che fare con più nubi in transito, generalmente irregolari e alternate ad aperture ma anche insistenti/compatte sulle Alpi occidentali. Qualche rovescio o locale temporale sarà possibile sulle Alpi occidentali (ovest Valle d’Aosta e ovest Piemonte), specie nel pomeriggio/sera ma sul Piemonte occidentale qualche piovasco sarà possibile già al mattino. Temperature in lieve calo e massime comprese in genere tra 25-27°C alle basse quote; in montagna massime sui 18-20°C a quote medie.

Domenica l’ulteriore avvicinamento della depressione da ovest causerà più rovesci e temporali irregolari nelle ore pomeridiane-serali sulle Alpi con il coinvolgimento anche delle Prealpi e dell’Appennino. Tra sera e notte su lunedì sarà possibile qualche locale fenomeno anche sulla pianura Piemontese-Lombarda. Più instabilità la avremo poi nella prima parte di settimana prossima quando dall’area depressionaria presente verso la Penisola Iberica, e che verrà agganciata dal flusso Atlantico, si dipartiranno dei fronti instabili. Occasione per rovesci e temporali a più riprese sui rilievi ma con il coinvolgimento irregolare anche della pianura. Da valutare poi nella seconda parte della settimana un insidioso vortice di bassa pressione che potrà interessare l’Europa centro-settentrionale e causare maltempo talora anche intenso anche sulle nostre regioni. Il tutto accompagnato da un netto calo delle temperature. Ovviamente i dettagli sono ancora da valutare, ne riparleremo nei prossimi aggiornamenti.

Articolo previsionale 17/09/2020.

Piemonte-VDA-Lombardia-Triveneto.

Buonasera a tutti! Nella giornata odierna l’alta pressione è presente nelle nostre regioni con bel tempo prevalente. Al più stiamo assistendo a qualche locale disturbo tra Alpi e Prealpi a causa di lievi infiltrazioni instabili. L’alta pressione si rinforzerà momentaneamente nella giornata di domani.

Entriamo nei dettagli per domani. La giornata trascorrerà con bel tempo prevalente. Da segnalare qualche addensamento irregolare possibile a ridosso dei rilievi, qualche velatura anche sull’estremo nordest (Friuli, est TAA, NE Veneto). Qualche isolato/sporadico piovasco pomeridiano sarà possibile sui rilievi Alpini. Temperature massime comprese in genere tra 28-30°C alle basse quote; mite gradevole in montagna, sui 20°C a quote medie.

Il weekend trascorrerà con un tempo tutto sommato buono anche se un’area depressionaria presente ad ovest potrà avvicinarsi alle nostre regioni e dare un pó di fastidio all’alta pressione. Assisteremo a nubi irregolari in transito da ovest verso est e anche a rovesci e qualche temporale nelle ore pomeridiani-serali sull’arco Alpino, isolati sabato e poi più numerosi domenica, qui con il coinvolgimento anche delle Prealpi e dell’Appennino, tra sera e notte successiva pare possibile qualche fenomeno anche sulla pianura centro-occidentale. Lieve calo termico nel weekend specie su pianura e relative pedemontane ad opera di correnti orientali. Più instabilità la avremo poi probabilmente nella prima parte di settimana prossima, quando saremo interessati più direttamente dall’area depressionaria. In particolare settimana prossima pare che possa essere tutta instabile in quanto pare che anche la seconda parte possa vedere passaggi perturbati. La situazione tuttavia è ancora da valutare nei dettagli, seguiremo l’evoluzione.

Articolo previsionale 16/09/2020.

Piemonte-VDA-Lombardia-Triveneto.

Buonasera a tutti! Nella giornata odierna l’alta pressione si è lievemente indebolita sulle nostre regioni. Non abbiamo un netto cambiamento del tempo ma stiamo assistendo a qualche locale disturbo in quanto ci troviamo interessati da lievi infiltrazioni instabili. In particolare abbiano lo sviluppo di rovesci sparsi e qualche temporale tra Alpi e Prealpi. Nella giornata di domani avremo ancora a che fare con queste lievi infiltrazioni instabili con qualche disturbo. Come si nota dalla mappa, la situazione è piuttosto interessante invece nello Ionio con la formazione (in atto già in queste ore) di un profondo vortice di bassa pressione, un vero e proprio TLC (ciclone simil tropicale)

Entriamo nei dettagli per domani. La giornata trascorrerà con tempo generalmente buono anche se con addensamenti presenti nelle ore pomeridiane-serali sui settori Alpini e Prealpini, dove sarà possibile proprio tra il pomeriggio e la serata lo sviluppo di rovesci sparsi e qualche temporale; tra sera e inizio notte successiva, mentre sui rilievi i fenomeni tenderanno a smorzarsi, qualche occasionale temporale non è da escludere sull’alta pianura Lombarda e sulla pianura Veneta-Friulana ma occasionali e di dubbio innesco. Temperature massime comprese in genere tra 29-31°C alle basse quote; mite gradevole in montagna, sui 20-22°C a quote medie.

Venerdì l’alta pressione si rinforzerà e il tempo dunque sarà ancora in prevalenza stabile e soleggiato, al più qualche isolato piovasco nelle ore pomeridiane-serali sui rilievi orientali. Il weekend trascorrerà poi con un tempo tutto sommato buono anche se la depressione presente ad ovest potrà avvicinarsi alle nostre regioni e dare un pó di fastidio all’alta pressione causando un pó di lcoale instabilità. Rovesci e qualche temporale saranno possibili nelle ore pomeridiani-serali sull’arco Alpino, isolati sabato e poi più numerosi domenica con coinvolgimento possibile delle Prealpi e dell’Appennino, tra sera e notte successiva pare anche della pianura Piemontese. Lieve calo termico nel weekend possibile sulla pianura e relative pedemontane a causa di correnti orientali. Sarà poi possibile più instabilità settimana prossima ma ancora da valutare. Seguiremo l’evoluzione.