LE PRECIPITAZIONI PREVISTE PER DOMANI 8 DICEMBRE SECONDO I MODELLI GFS e ECMWF.

A cura di Lorenzo Colangelo e Andri Thana.

LE PRECIPITAZIONI PREVISTE PER DOMANI
8 DICEMBRE SECONDO I MODELLI GFS e ECMWF.
Nei prossimi giorni la situazione generale sarà caratterizzata ancora dalla persistenza dell’ ampia e profonda circolazione depressionaria (mal tempo) ormai presente da giorni sull’Europa occidentale, in grado nuovamente d’indirizzare sul nostro paese impulsi nuvolosi instabili (come oggi) o vere e proprie perturbazioni, queste associate a depressioni in approfondimento proprio sul nostro mar mediterraneo (domani)

Detto questo, procediamo ad osservare il quadro termico per i prossimi 2 giorni.
Non ci saranno forti raffreddamenti, le regioni settentrionali, in particolar modo l’angolo nord ovest, si manterrà più freddo delle altre zone d’Italia, mentre il centro e soprattutto il sud, complice un richiamo più diretto delle correnti meridionali dettato dalla circolazione depressionaria che si andrà ad instaurare sull’alto Tirreno, avranno sicuramente valori termici più elevati ma non particolarmente miti.

Come accennato all’inizio, una perturbazione proveniente da ovest, seguita da aria fredda, formerà una depressione sull’alto Tirreno durante la prossima notte. La stessa, nel suo lento movimento verso levante richiamerà verso il centro sud correnti umide meridionali per mezzo della sua parte ascendente e aria più fredda da nord verso le regioni settentrionali con il suo bordo settentrionale, contribuendo a mantenere in queste regioni valori di temperatura basse.

Per quanto riguarda l’evoluzione delle precipitazioni pensiamo siano chiare e cristalline le carte riportate sotto e previste dai due modelli principali, BASTA APRIRE.🧐

In sintesi, precipitazioni che interesseranno moltissime regioni, in particolar modo il versante tirrenico e il nord est con forti precipitazioni. Nevicate a quote basse sul settentrione (no in pianura) intorno i 1400/1500 sull’appennino centrale.
Andrà RELATIVAMENTE meglio sull’angolo ovest del settentrione, medio basso Adriatico e estreme regioni meridionali che vedranno precipitazioni meno intense e durature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *