IMMINENTE PEGGIORAMENTO AL NORD, FORTI VENTI AL SUD

Come da appuntamento, la profonda bassa pressione centrata tra la Francia Settentrionale e l’Inghilterra avanza verso Sud e nelle prossime ore sarà centrata nel cuore della Francia. La perturbazione legata all’esteso vortice inizia a lambire la parte Nord-occidentale del settentrione italiano, e pian piano l’anticiclone che ha interessato la nostra penisola verrà debellato ma non su tutto il territorio nazionale.

Le piogge nel corso della giornata al Nord andranno sempre più ad intensificarsi, per via dell’espansione del vortice sul centro Europa, e la perturbazione farà fatica a muoversi verso Est, per via del muro altapressorio, posizionato sulle zone orientali del vecchio continente. Per via del movimento lento della perturbazione, il Nord Italia, maggiormente colpito dal maltempo, rischierebbe piogge e fenomeni intensi ma soprattutto quasi stazionari con possibili nubifragi. I modelli stamani, prevedono punte anche i 300mm di pioggia su parte del Nord Italia, precisamente tra bassa Valle d’Aosta, Liguria orientale, Piemonte e Lombardia Settentrionale. Anche le altre restanti zone del settentrione non verranno risparmiate dai fenomeni intensi, si prevedono locali punte da 50/100mm o oltre in 24h, sulla restante Liguria, Alta Toscana e Alto Veneto, tutto accompagnato dai venti di scirocco anche burrascosi. Le temperature almeno inizialmente non subiranno grandi variazioni ma sicuramente si porteranno nelle medie stagionali. Il centro Italia segnerà il confine tra la bassa pressione e l’anticiclone, infatti qui si prevede comunque maltempo ma in maniera più ridotta (almeno in questa prima fase), con le piogge che si concentreranno maggiormente sulle zone tirreniche, sferzate ancora una volta dai venti meridionali.

https://www.meteociel.fr/

Se il centro-nord si troverà ad affrontare piogge anche alluvionali, il Sud Italia farà i conti con i venti meridionali abbastanza forti. Qui per via del richiamo mite forzato dalla bassa pressione, la colonnina di mercurio subirà una forte ascesa, rispetto a quest’ultimi giorni.
I modelli evidenziano punte anche di 32°C soprattutto su quelle zone esposte al favonio, segnaliamo la Puglia in primis, Basilicata, Sicilia Tirrenica e Calabria orientale. Qui oltre all’aumento delle temperature che si riporteranno ben al di sù delle medie del periodo anche di 5/8 gradi, si andranno ad intensificare proprio tra oggi ma soprattutto nella giornata si sabato, i venti di scirocco, dove localmente e segnatamente in Puglia, si potrebbero raggiungere anche raffiche di ben oltre gli 80Km/h. Qui le piogge saranno veramente poche e concentrate maggiormente tra Campania e Calabria. La colonnina di mercurio ritornerà a scendere non prima di martedì, quando l’aria fredda che accompagna la bassa pressione riuscirà a spingersi a Sud.

A seguire potrebbe ritornare ( situazione molto plausibile) l’anticiclone che garantirebbe un ritorno del bel tempo e abbastanza mite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *