AL VIA IL VERO AUTUNNO: PIOGGE, NEVE E CALO TERMICO

Buongiorno a tutti i nostri cari lettori che ci seguono quotidianamente i nostri articoli.

Come dal titolo ci accingiamo a vivere un periodo in cui il protagonista sarà il maltempo. Nei primi giorni della settimana in corso, abbiamo assaporato i primi cedimenti dell’alta pressione ormai esausta nel bacino del Mediterraneo, sotto forma di formazioni temporalesche anche di una certa intensità, in particolar modo sulle regioni meridionali, dove si sono verificati allagamenti, grandinate e raffiche di vento che hanno causato danni ingenti a cose. Per fortuna nessun danno a persone.

Nelle prossime ore ormai è confermato l’arrivo di una bassa pressione intensa che dal Nord Europa si getterà nel cuore del Mediterraneo apportando condizione di forte instabilità con un clima molto perturbato. Si inizierà dalle regioni centro-settentrionali dell’Italia, le prime a subire le incursioni temporalesche. Maggiore attenzione alla Liguria, parte del Veneto e della Lombardia settentrionale, Toscana e Lazio dove i fenomeni risulteranno anche violenti. Non mancheranno le piogge suppur in maniera più attenuata su tutte le altre regioni che si affacciano sul versante tirrenico. Attenzione al Sud invece, dove sono attesi venti anche di forte intensità da SW con particolare attenzione alle zone esposte.

Nel fine settimana è atteso la fase clou del maltempo, piogge e temporali si abbatteranno su quasi tutte le regioni, con una novità importate: il tracollo termico. La saccatura diretta sull’Italia, che in questo momento si trova ad Ovest dell’Europa, colma di aria fredda di origine groenlandese, sarà responsabile del calo termico su tutta la nostra penisola. Sono attese temperature da tardo autunno, soprattutto sulle regioni centro-settentrionali, ove rispetto ad oggi si avvertirà un calo anche di 10°C. Grazie a questo calo termico ci aspettiamo le prime nevicate sulle Alpi e sull’Appennino Settentrionale a quote massime di 1700/2000m. Le temperature subiranno un brusco calo da Nord a Sud e si porteranno anche sotto le medie stagionali.

Maltempo che dovrebbe continuare ancora per gran parte della prossima settimana quando sul Mediterraneo è atteso il transito di nuove perturbazioni atlantiche con direzione i Balcani. Con molta probabilità la fase prossima che vivremo segnerà definitivamente il passaggio alla nuova stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *