Centro-Sud: Caldo estivo al capolinea,primo assaggio d’autunno!

Una saccatura dal nord-atlantico sancirà la fine dell’estate 2020.

SITUAZIONE: continua la variabilità atmosferica dettata da un anticiclone non troppo invadente,grazie anche all’azione di correnti più umide in quota,che apportano instabilità sopratutto pomeridiana e anche piuttosto forte.Proprio ieri abbiamo assistito alla formazione di numerosi nuclei instabili tra la Campania e la Puglia,come anche in Sicilia.
E’ il preludio di un grosso cambiamento,che farà il suo ingresso a partire dalla giornata di venerdì al Nord,per poi estendersi a tutto il Centro-Sud entro la serata di sabato 26 Settembre.

Il cambiamento a favore della stagione autunnale avverrà ad opera di una saccatura piuttosto fresca che,dal nord-atlantico,valicherà (si fa per dire) le Alpi,dando vita alla formazione di un minimo depressionario dalla valle del Rodano,per poi estendersi sino al medio/basso adriatico.Con esso associate ingenti precipitazioni,dapprima sulle regioni centro-settentrionali,successivamente anche al sud.

Nella giornata di Venerdì,per quanto riguarda il Mezzogiorno,assisteremo molto probabilmente ad un richiamo della ventilazione meridionale,associata al rinforzo dello Scirocco/Libeccio.Con essi,saranno in aumento i tassi di umidità,energia per possibili fenomeni del weekend.

Cieli che si manterranno da poco nuvolosi a nuvolosi,preludio di un imminente cambiamento.Non sono esclusi i primi fenomeni tra la Campania ed il Molise.

WEEKEND (da confermare)

La saccatura va spostandosi sempre più verso il centro-sud,ponendo fine alla ventilazione sciroccale,apportando un brusco tracollo termico con diverse piogge sparse per il Mezzogiorno.

Per quanto riguarda le termiche in libera atmosfera,risultano notevoli i termometri a 500 hPa (5000 metri circa),con una (piuttosto fresca) -22 in diffusa estensione sino alla Puglia.

Davvero notevole per essere solo Settembre,ciò poi avvalora il fatto di un intenso cambiamento che si prospetta,sopratutto per quanto riguarda la differenza di temperatura, che si sentirà abbastanza.

Ovviamente vi rimando ai prossimi aggiornamenti,soprattutto per le precipitazioni per le quali,data la distanza temporale,necessitiamo di ulteriori conferme.Per quanto riguarda le temperature,in linea d’aria,ci siamo,con possibili piccole modifiche,ma tali da permettere i primi sentori freddi di un autunno che partirà col botto,specie in montagna.In quelle zone non sono esclusi picchi di temperatura vicini allo zero.

Seguite gli aggiornamenti.

A cura di Giacomo De Gregorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *