Articolo previsionale 08/09/2020.

Piemonte-VDA-Lombardia-Triveneto.

Buonasera a tutti! L’alta pressione si è ripresa la scena sulle nostre regioni dopo un veloce peggioramento tra domenica e ieri mentre sul Mediterraneo è andata ad isolarsi una piccola goccia fredda. La giornata di oggi sta trascorrendo con sole prevalente e temperature in rialzo rispetto a ieri. L’alta pressione insisterà sulle nostre regioni anche nella giornata di domani mentre la goccia fredda tenderà a spostarsi verso la Spagna.

Situazione meteo mercoledì 09/09.

Vediamo nel dettaglio cosa aspettarci per domani. Poco da dire….il cielo sarà generalmente sereno salvo qualche addensamento possibile nel corso della giornata a ridosso dei rilievi, soprattutto occidentali con qualche isolato piovasco non escluso tra pomeriggio e sera sulle Alpi tra Valle d’Aosta e Piemonte occidentale a causa di lievi infiltrazioni instabili legate alla depressione presente a ovest. Temperature massime comprese in genere tra 26-28°C alle basse quote (qualche punta di 29°C possibile sulla pianura Piemontese-Lombarda); mite gradevole in montagna.

A partire da giovedì pare che la goccia fredda Mediterranea possa venire agganciata dal flusso Atlantico e spostarsi verso est tornando dunque in pieno Mediterraneo. L’alta pressione tenderà ad indebolirsi sulle nostre regioni ma non avremo il passaggio di una perturbazione corposa. In un contesto tutto sommato buono saranno però possibili dei disturbi tra giovedì e sabato e in particolare con lo sviluppo di rovesci e temporali (irregolari) soprattutto nelle ore pomeridiane-serali sui rilievi, tra la sera di giovedì e la mattina di venerdì qualche fenomeno possibile sul resto di Piemonte e Lombardia occidentale. Da domenica e poi soprattutto ad inizio settimana prossima l’alta pressione potrà rimontare sulle nostre regioni, stavolta di matrice sub-tropicale. Una depressione presente ad ovest della Penisola Iberica potrà causare infatti la risalita di aria calda dal nord Africa con temperature da piena estate settembrina. Seguiremo l’evoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *