🔔 🟠 Allerta ARANCIONE, sabato 29 agosto, sulla Provincia Autonoma di Bolzano e su settori di Piemonte, Lombardia, Veneto e Liguria.
🔔 Allerta GIALLA in nove regioni.
🌧⛈ Ancora piogge e temporali al Nord.

Ancora piogge e temporali al Nord

La perturbazione atlantica in fase di avvicinamento al settore alpino, oltre a determinare un graduale e significativo peggioramento delle condizioni meteorologiche sulle regioni settentrionali, tenderà ad avanzare verso sud nella giornata di domani interessando anche la Toscana, specialmente le aree appenniniche settentrionali.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, 29 agosto, allerta arancione sulla Provincia Autonoma di Bolzano e su settori di Lombardia, Veneto, Piemonte e Liguria. Valutata, inoltre, allerta gialla su Valle D’Aosta, Provincia Autonoma di Trento, Friuli Venezia Giulia, su parte di Emilia-Romagna e Toscana e sui settori rimanenti di Piemonte, Lombardia, Veneto e Liguria.

Previsioni meteo per domani, sabato 29 agosto 2020

Precipitazioni:

– diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte settentrionale, Lombardia centro-settentrionale, Veneto centro-settentrionale, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Liguria centro-orientale, Alta Toscana ed Appennino emiliano, con quantitativi cumulati da elevati a puntualmente molto elevati, specie sui settori alpini;

– da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta, restanti zone di Piemonte, Liguria, Lombardia e Triveneto, su pianura emiliana, Appennino romagnolo e sulla Toscana centrale, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente elevati;

– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Romagna e resto della Toscana, con quantitativi cumulati deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: in locale sensibile aumento sul medio e basso Adriatico, in ulteriore locale sensibile diminuzione al Nord-Ovest, senza variazioni significative altrove ma con massime elevate su Romagna e sulle zone pianeggianti interne del Centro, fino a molto elevate sulle due isole maggiori ed al Sud.

Venti: forti meridionali su Sicilia occidentale, Sardegna orientale, Lazio, Toscana, settori appenninici di Emilia-Romagna, Marche ed Umbria e localmente sulle zone costiere adriatiche centrali.

Mari: molto mossi il Tirreno centro-occidentale, il Mar di Sardegna, lo Stretto di Sicilia e l’Adriatico centro-settentrionale.

Fonte : dipartimento protezione civile nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *