Analisi meteo

A cura di Lorenzo Colangelo e
Hermann Giannitrapani.
BREVE ANALISI
La figura sotto si riferisce alla disposizione delle correnti alla quota di circa 5500 metri nella mattinata di domenica 30 agosto.
La linea azzurra denota l’asse della saccatura in lento movimento dall’Europa occidentale verso le nostre regioni centro settentrionali.
L’Italia, in questo frangente, sarà inserita nel ramo ASCENDENTE⬆️ del flusso, ovvero nel punto in cui i fenomeni temporaleschi⛈ di solito sono più intensi e persistenti.
Il rischio maggiore, con tale flusso, lo si avrà su tutto l’arco alpino centro-orientale, pianura padana a nord del Po, medio alto Tirreno (Levante ligure – Toscana – Lazio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *