L’ AUTOSTRADA DEL NOSTRO FREDDO❄🌨️❄️

A cura di Lorenzo Colangelo,Nicholas Colazzo.

❄L’ AUTOSTRADA del NOSTRO FREDDO❄
Le carte sotto rappresentano ALCUNE delle situazioni sinottiche che guidano gelo e neve sul nostro paese direttamente dai luoghi più freddi dell’ emisfero boreale.


L’ Aria più fredda e gelida proviene sempre dalle zone Artiche o polari continentali, in quest’ultimo caso ci riferiamo a Russia e Siberia.

La disposizione che deve assumere la configurazione per spianare la strada a queste correnti può essere consentita o da un anticiclone (venti in rotazione oraria attorno al suo centro) o a volte da un’ ampia bassa pressione (vento in rotazione antioraria) centrata sull’Europa a est dell’Italia ed estesa dalle latitudini più elevate fino al nostro paese.


Un po’ più ampio il discorso per la disposizione dell’ alta pressione che deve distendersi lungo i meridiani (nord/sud) per pescare aria direttamente dall’artico o allungata da ovest verso est fin sull’estrema Europa orientale, figure 2 e 3, mantenendo il punto di pressione più alta a latitudini maggiori del nostro paese.

Quando l’alta pressione assume questa posizione viene a crearsi una retrogressione gelida direttamente dalle zone siberiane (aria siberiana pellicolare).

Le masse d’aria fredda portate da queste strutture, una volta arrivate sui nostri mari, incontrano quelle più calde delle acque marine, questa confluenza crea le nubi, a volte grazie alla genesi di una bassa pressione in formazione su un determinato punto del mediterraneo.

Con queste configurazioni il gelo e soprattutto le nevicate colpiscono in maniera diretta il versante Adriatico e anche il meridione, mentre le regioni settentrionali e il versante tirrenico, godono della protezione rispettivamente di Alpi e appennini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *