SETTIMANA DI FERRAGOSTO TRA NUBI E AUMENTO DELLE TEMPERATURE

A cura di Francesco Cazzolla

Giunta sul nostro bacino la goccia fredda ampiamente accennata da noi, che in questo momento interessa in modo particolare le regioni del Centro-Sud, con temporali anche violenti e raffiche di vento fortissime. Si sono verificati allagamenti derivanti dalle abbondanti precipitazioni cadute in poco tempo, e in alcune zone specialmente costiere si sono formate anche trombe marine.

La situazione rimarrà invariata ancora per le prossime 24/36 ore, infatti la goccia fredda stazionerà sull’Adriatico meridionale per tutto il periodo, per poi esaurirsi e scivolare vesto est spinta dall’anticiclone che avanza da ovest.
Al Nord e regioni Tirreniche centrali, la situazione è nettamente migliore, qui domina il clima sereno e tutto sommato caldo ma nulla di eccessivo, infatti le temperature (massime) non raggiungo i 30°C.


Come accennato nel paragrafo precedente, l’Italia si appresta a vivere le ultime ore sotto un clima fresco e ventilato. Da ovest avanza l’Anticiclone delle Azzorre che si impossesserà di tutto il bacino del Mediterraneo con il contributo del suo “cugino” l’africano. Le temperature dal prossimo fine settimana sono destinate ad aumentare, specialmente nei valori massimi, ma sicuramente non raggiungeremo valori altissimi come quelli dell’ultima ondata calda.

Situazione che ci accompagnerà per tutta le settimana di Ferragosto, con un clima gradevole, soleggiato ma senza eccessi, la tipica Estate italiana quella che manca sul nostro Paese da molti anni.

Molti siti affermano una rottura dell’Estate dopo Ferragosto, noi però siamo dell’avviso che i modelli matematici non vedono nessun declino dell’Estate, ma solo un nuovo break temporalesco.

Vi terremo aggiornati con i prossimi articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *