🔔 Allerta GIALLA domani, 6 agosto, in sei regioni. ⛈ Ancora piogge e temporali al Centro-Sud. 🌩️⛈️

Il minimo depressionario in quota posizionato sull’Italia centrale, nel suo lento spostamento verso Sud-Est, continua a causare una spiccata instabilità con temporali più significativi su Abruzzo, Molise e sulle regioni meridionali peninsulari.

L’avviso prevede dal mattino di domani, giovedì 6 agosto, il persistere di precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia e Calabria. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni in atto e previsti, è stata valutata per la giornata di domani, giovedì 6 agosto, allerta gialla sull’intero territorio di Abruzzo, Basilicata, Molise, Calabria, Puglia e sui settori nord-orientale e centro-settentrionale della Sicilia.

Previsioni meteo per domani, giovedì 06 agosto 2020

Precipitazioni:

– sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori orientali di Alto Adige e Trentino, su Alpi di Veneto e Friuli Venezia Giulia, su Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia nord-orientale e centrale tirrenica, con quantitativi cumulati da deboli a moderati, specie a ridosso delle aree adriatiche centrali, Appennino campano, Puglia meridionale ed aree interne della Calabria centro-settentrionale;

– isolate, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lazio orientale e meridionale e sulla Sicilia occidentale e sud-orientale, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.

Temperature: in generale rialzo, localmente sensibile, su tutte le regioni, ad eccezione di Sicilia, Calabria e settori ionici di Basilicata e Puglia.

Venti: localmente forti nord-orientali su Toscana, Marche, Umbria, Lazio settentrionale; localmente forti settentrionali sui settori adriatici centrali e su Sardegna, Sicilia e Calabria meridionale.

Mari: localmente moltomossi lo Stretto di Sicilia, il Tirreno meridionale-settore ovest e, al mattino, l’Adriatico settentrionale.

Fonte :dipartimento protezione civile nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *