🌬🌬🌬IL VENTO GEOSTROFICO🌬🌬🌬

🌬🌬🌬IL VENTO GEOSTROFICO🌬🌬🌬

Il vento geostrofico🌬 dal punto di vista dinamico della meteorologia è un vento ideale esistente nel punto di equilibrio tra la forza di Coriolis (deviante) e quella di gradiente esercitata dalla differenza barica delle masse d’aria presenti.
Esso soffia parallelo alle isobare e lungo il suo percorso mantiene a destra l’alta pressione, nell’ emisfero australe invece avviene il contrario.


La sua intensità aumenta con la latitudine e con il gradiente orizzontale di pressione e diminuisce all’aumentare della densità dell’ aria. In pratica tale vento soffia più forte alle alte quote e in presenza, come detto, di forti gradienti di pressione. È un vento ideale ma in presenza di alcune situazioni che elencheremo costituisce una buona approssimazione del vento reale.
Tali condizioni sono:
*Ci troviamo in libera atmosfera dove gli attriti sono nulli o trascurabili.
*siamo lontani dall’equatore dove la forza di Coriolis orizzontale è nulla

  • quando moti ad ampia scala hanno traiettorie localmente più o meno rettilinee e variazioni
    d’ accellerazione trascurabili.
    In queste condizioni, alle medie latitudini, l’errore nel prendere il vento geostrofico come approssimazione di quello reale è di circa il 10 15%

A cura Colangelo Lorenzo, Andri Thana
Alessio Macerola, Davide Casotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *